Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas
 
 

Il trionfo della banda del buco

Doppietta Brawn al termine di un emozionante Gp d'Australia

Dopo il festival delle polemiche, dei ricorsi (Ferrari, Renault, Red Bull vs Williams, Brawn e Toyota) e dei controricorsi (Williams vs Ferrari e Red Bull) è finalmente partito il Mondiale 2009 e al momento sembra dar ragione al sorriso pacioccone di Ross Brawn, che infila subito una doppietta storica e se la ride delle disgrazie delle ex big del Circus, almeno fino a quando non ci sarà la decisione della Corte di Appello della FIA, sul loro diffusore ai limiti della regolarità. Button vince una gara controllata egregiamente dall'inizio alla fine; gli unici due che potevano dargli fastidio, Vettel e Kubica, si autoeliminano a due giri e mezzo dalla fine, buttando nel cestino un podio certo e meritato.

Nell'occasione, grave sciocchezza del tedeschino che si è guadagnato l'arretramento di 10 posizioni in griglia in Malesia e forse troppa impulsività da parte del polacco che aveva il secondo posto in pugno e avrebbe potuto passare più comodamente il rivale qualche curva più avanti. Ne approfitta così nonno Barrichello, che sfrutta bene le doti della sua vettura, dopo una partenza al rallentatore.

Terzo sul traguardo giunge un grande Jarno Trulli partito dai box, tuttavia il pescarese commette una ingenuità superando Hamilton in regime di safety car e per questo viene retrocesso qualche ora più tardi al dodicesimo posto,  a vantaggio proprio del campione del mondo che è il vero vincitore morale di giornata, avendo ottenuto il massimo, addirittura un podio, con una vettura chiaramente non all'altezza non delle migliori. E la Ferrari? Bene nel primo terzo di gara, poi disastro completo. Massa sbaglia strategia, Raikkonen va a muro e alla fine rompe il differenziale. Melbourne non porta decisamente bene alle Rosse. Tra sette giorni la rivincita a Sepang, ma in attesa delle battaglie in tribunale e dell'approdo in Europa, difficile che i rapporti di forza sino al Gp di Spagna possano cambiare radicalmente.

Giu.Cil.

[29-03-2009]

 
Lascia il tuo commento