Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ipotesi discarica ad Allumiere

cittadini e amministrazione ''Discarica? No, grazie''

 Cittadini e amministrazione di Allumiere sono sul piede di guerra, annunciano battaglia alla sola ipotesi di realizzare una discarica sul territorio della cittadina che sorge a pochi chilometri da Civitavecchia ed è circondata dai Monti della Tolfa.

Sul tavolo del sindaco Augusto Battilocchio, del centrosinistra, c’è un “faldone” dedicato all’ipotesi discarica, nata dopo l’esigenza di trovare, da parte dell’azienda municipalizzata dell’Ama, nuovi siti in vista dell’imminente chiusura di Malagrotta.

E se da parte di Regione e Provincia è arrivata subito una bocciatura all’idea della discarica da parte del comune di Roma e dell’ama per il momento non c’e’ stata nessuna smentita.

 "Abbiamo spedito a dicembre lettere all'Ama e al Comune di Roma ma non abbiamo avuto nessuna risposta -spiega il sindaco Battilocchio- mentre da parte del presidente della Provincia Zingaretti e da quello della Regione Marrazzo abbiamo avuto dichiarazioni in linea con la nostra politica, che ovviamente è contraria alla costruzione della discarica. E' davvero impossibile pensare di costruirla sul nostro territorio che tra l'altro è zona a protezione speciale e in più c'è la presenza di un sito di importanza comunitaria, d'altronde ancora non abbiamo avuto nessuna smentita nè da Ama nè dal Comune quindi restiamo sempre in allarme, staremo a vedere".

 La zona dove si ipotizza la realizzazione della discarica si trova in un area privata chiamata “spizzicatore” a circa cinque chilometri dal centro urbano di Allumiere, in quel punto sorge una vera e propria cava naturale.

Ma come spiega il sindaco il territorio del comune di Allumiere è zona a protezione speciale, in più c'è la presenza di un sito di importanza comunitaria, insomma una follia pensare di costruire una discarica in un posto come questo.

"E' un'area naturale, abbiamo specie di animali protette e coltivazioni dell'università agraria, -spiega il presidente dell'Università Agraria, Aldo Frezza - sarebbe davvero una pazzia una discarica nel territorio". Anche i cittadini alla sola ipotesi discarica insorgono e se la prendono con il sindaco Alemanno.

"N on se ne parla di una discarica qui, se la tenessero loro la 'monnezza' di Roma".

 

[26-03-2009]

 
Lascia il tuo commento