Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Errori giudiziari

polemiche tra Italia e Romania

"Offeso con il governo di Bucarest per non aver espresso alcuna solidarietà alle vittime della Caffarella". A dirlo questa mattina è stato il ministro per le politiche europee, Andrea Ronchi, al termine dell’incontro tenuto a Bucarest con l’omologo romeno, Vasile Puscas. 

Gli strascichi della vicenda giudiziaria, che ha smosso l’opinione pubblica e che ha dato vita anche ad atti di xenofobia, stanno lasciando il campo alla polemica politica tra i due governi.

“Ho detto al ministro – ha aggiunto Ronchi – che, come padre, mi aspettavo delle parole. Anche perchè se un italiano si fosse macchiato di un così schifoso reato, il governo avrebbe chiesto scusa, non per un fatto politico ma per un fatto morale, di pietas”.

Non si è fatta attendere la risposta del ministro romeno delegato per gli affari europei. “Da parte del governo di Bucarest c’è solidarietà verso tutte le vittime di episodi di violenza commessi sia in Romania, che in tutta Europa. Non si tratta di dare responsabilità ai governi ma sono le autorità che devono fare il loro dovere nel far rispettare lo stato di diritto” ha replicato Puscas che ha lanciato un appello ai cittadini e alle autorità italiane “di separare tra presunzione di innocenza e dimensione morale”. 

Dunque, uno scambio serrato, fuori dai protocolli della diplomazia, che dimostra una tensione latente tra i due stati dell’unione europea. 

Tensione amplificata dai dubbi in merito alla confessione di Iztoika Loyos, “il biondino”, uno dei primi due arrestati per la violenza sui fidanzatini. una confessione poi ritrattata, per la quale rimane da chiarire il ruolo e le responsabilità degli agenti di polizia romeni che hanno collaborato nelle indagini con la questura di Roma.  

[25-03-2009]

 
Lascia il tuo commento