Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

Amleto, in scena all'Eliseo

il capolavoro di Shakespeare per la regia di Pietro Carriglio

L’immortale capolavoro di William Shakespeare è in scena al Teatro Eliseo nella traduzione di Alessandro Serpieri per la regia di Pietro Carriglio, che firma anche scene e costumi. Protagonisti dello spettacolo, prodotto dallo Stabile di Palermo in collaborazione con il Teatro Stabile di Catania, sono Luca Lazzareschi, Galatea Ranzi, Luciano Roman, Nello Mascia e Franco Barbero, Lorenzo Bartoli, Sergio Basile, Domenico Bravo, Eva Drammis, Aurora Falcone, Maurilio Giaffreda, Marco Lorenzi, Luigi Mezzanotte, Paolo Musio, Francesco Prestigiacomo, Jennifer Schittino, Simone Toni, Oreste Valente. Le musiche sono di Matteo D’Amico, le luci di Gigi Saccomandi.

Fin dall’inizio della sua attività registica, Carriglio ha dedicato un’attenzione particolare al teatro shakespiriano. E non solo per la sua grandezza letteraria e drammaturgica, ma anche perché costituisce la più complessa espressione di un’epoca di grandi stravolgimenti, per certi versi paragonabile alla nostra, dove si assiste al crollo di valori e certezze, dopo il trionfo del Rinascimento. Amleto, in particolare, è il simbolo della crisi dell’uomo moderno di fronte al destino e alle proprie responsabilità, ma è anche una esemplare metafora del teatro come visione del mondo.

“Con una magnifica compagnia di attori – precisa Alessandro Serpieri – Carriglio offre una lettura teatrale molto ampia, limpidamente fedele al testo e allo stesso tempo ricca di invenzioni funzionalizzate alla esplorazione di quel ‘mistero’ che Amleto rinserra nelle sue molteplici quinte”.

[24-03-2009]

 
Lascia il tuo commento