Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Giudicare la Pubblica Amministrazione

basta un clic per giudicare il servizio

Renato Brunetta, ministro per Funzione pubblica

Le pubbliche amministrazioni ci mettono la faccia, o meglio le “faccine”. A partire dal 16 aprile i cittadini-utenti romani potranno esprimere il proprio gradimento del servizio erogato da Inps, Enpals, Ipost e Comune attraverso un sistema elettronico.

Allo sportello basterà pigiare un tasto e dare un voto espresso con emoticons, ossia faccine di diverso colore e diversa espressione. Quella verde e sorridente sarà  indice di soddisfazione, quella gialla esprimerà un parere neutrale, mentre quella rossa imbronciata servirà per palesare la propria insoddisfazione. Il giudizio deve essere formulato tenendo presenti il tempo d’attesa, il comportamento dell’impiegato, la necessità di tornare nell’ufficio e l’eventuale esito negativo della richiesta. Saranno 86 i terminali touch screen collocati presso gli sportelli del Comune che dal 31 maggio consentiranno ai romani di dare un parere su servizi anagrafici, scolastici e sociali, semplicemente toccando uno schermo.

L’iniziativa “mettiamoci la faccia”, promossa dal ministero per la Pubblica amministrazione e innovazione, è stata definita da Renato Brunetta come una “piccola grande rivoluzione culturale”. Il ministro rassicura che non ci sarà un grande fratello e che il meccanismo delle faccine non servirà per criminalizzare l’impiegato dietro lo sportello. Gli enti che partecipano alla sperimentazione sono impegnati però a rendere pubblici sui loro siti i risultati della rilevazione e ad inviare report periodici al Ministero per la pubblica amministrazione.

[23-03-2009]

 
Lascia il tuo commento