Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Violenza della Caffarella: hanno confessato i due romeni

Alexandru e Gavrilia ammettono gli abusi, scarcerato Racs

Hanno confessato i due romeni arrestati venerdì scorso, è arrivato l’ennesimo colpo di scena nelle indagini della violenza sessuale ai danni di una 14 enne nel giorno di san Valentino.

A tre giorni dal loro arresto Ionut Alexandru, 18 anni e Oltean Gavrilia di 27 anni hanno ammesso di aver violentato lo scorso 14 febbraio la ragazzina nel parco della Caffarella.

La confessione e’ arrivata nel corso dell’interrogatorio di garanzia dove i due hanno raccontato ogni particolare e hanno anche affermato di non conoscere Loyos e Racz, arrestati in un primo momento con l’accusa di essere i violentatori e poi scagionati dal test del dna. Lo stesso test che ha invece incastrato Alexandru e Gavrilia, questa volta il codice genetico dei due e’ risultato sovrapponibile con quello rinvenuto dalla scientifica sui reperti.

Ci vorranno invece ancora sette giorni per sapere se gavrilia è l’autore anche di un’altra violenza sessuale, compiuta il 18 luglio scorso. Intorno alle 23 una ragazza maggiorenne che stava attraversando il parco di villa de sanctis al Casilino fu violentata. Di quella aggressione non se ne seppe nulla ma oggi gli inquirenti potrebbero aver risolto anche un secondo caso.

Intanto è tornato in libertà Karol Racz, il romeno già scagionato dall'accusa di essere uno degli stupratori della Caffarella e, fino ad oggi, detenuto per la violenza sessuale ai danni di una donna di 41 anni avvenuta la sera del 21 gennaio scorso in via Andersen, nel quartiere romano di Primavalle. Lo ha deciso il tribunale del riesame che ha accolto un'istanza dell'avvocato Lorenzo La Marca, difensore del romeno.

 

 
 

[23-03-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE