Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, un buon pareggio

A Genova i giallorossi, in dieci, recuperano. Doppietta di Julio Baptista.

Per quelli che erano i presupposti, sembra quasi un punto d’oro. Con la Samp una Roma incerottata, stanca, e forse anche un po’ scarica, ha offerto comunque un’ottima prova, e ha conquistato lottando un punticino pur in inferiorità numerica.

 

Spalletti recupera Motta, e questo gli consente di sperimentare un nuovo 3-4-3: Diamutene, Panucci e Riise in difesa, Tonetto e lo stesso Motta esterni di centrocampo e, per il resto, Menez supporta Julio Baptista e Vucinic. Il primo squillo è della Samp, con un bel diagonale di Stankevicius che colpisce il palo esterno. E’ però la Roma ad andare in vantaggio alla prima azione, dopo cinque minuti: scambio Menez-Tonetto sulla sinistra, cross dell’ex blucerchiato e Julio Baptista mette in rete sottomisura, beffando una difesa della Sampdoria molto statica. La partita si prospetta subito bella, con le squadre molto aperte. All’11’, grande occasione per i padroni di casa, con Pazzini che di testa prende in controtempo Doni, protagonista di un grande colpo di reni. Il pareggio arriva al 25’, proprio con Pazzini: Cassano (sempre un pericolo) soffia palla a Diamutene sulla sinistra e va al cross, su cui l’ex viola, dimenticato dalla difesa romanista, ha gioco facile nel battere Doni. La risposta della Roma arriva al 31’, con un tiro cross su calcio di punizione di Pizarro, su cui Castellazzi è costretto a una grande parata. Dopo un paio di spunti di Julio Baptista (in giornata decisamente migliore rispetto alla gara con l’Arsenal), nel finale di tempo arriva il vantaggio blucerchiato: Padalino, subentrato a Stankevicius, prova un diagonale da sinistra che Doni non trattiene, e ancora Pazzini mette in rete.

 

Nel secondo tempo la Roma, da cui sarebbe lecito attendersi un calo visto l’impegno di Champions, parte invece con una marcia in più nel secondo tempo. La prima grande occasione è all’11’, con Menez che si trova a tu per tu con Castellazzi ma il portiere è bravo a chiudere lo specchio della porta. Al 19’, azione-fotocopia (grande imbeccata di Vucinic), ma su Menez stavolta va a chiudere Pieri. In mezzo, l’episodio chiave: Motta, già graziato in un paio d’occasioni, si prende il secondo giallo per una trattenuta in attacco su Padalino e lascia la Roma in dieci. Nonostante l’inferiorità, la Roma continua a spingere, e trova il pari. Al 24’, cross su punizione di Pizarro e trattenuta di Padalino su Tonetto: è rigore. Rosetti ammonisce Lucchini, non è chiaro se per proteste o per errore. Trasforma Julio Baptista. Nel concitato dopo-rigore, espulso Mazzarri, che sostiene però di non aver protestato. Raggiunto il pareggio, la Roma, come prevedibile, si chiude, e la Samp schiaccia pian piano i giallorossi nella propria metà campo. Al 34’, Spalletti tira fuori dalla panchina giallorossa il giovanissimo Crescenzi, che prende il posto di uno spento Menez. Al 36’, gran parata di Doni su colpo di testa ravvicinato di Pazzini. E’ ancora più grande, il portiere, al 43’, su un destro dal limite di Sammarco, su cui il brasiliano si allunga. Con queste due parate, Doni riscatta in parte l’errore sul secondo gol della Samp. Nel finale di sofferenza, qualche minuto per Montella al posto di Vucinic.

 

E’ una domenica in cui, nella rincorsa alla zona Champions, la Roma limita i prevedibili danni. Si è vista un’ottima squadra (sebbene con alcune cose da registrare in difesa) finché la situazione è stata di parità numerica, dopodiché è venuto fuori il carattere, e i giallorossi hanno retto. Sabato prossimo big match con la Juve, a cui la Roma si presenta con ben quattro squalificati: Diamutene, Pizarro, De Rossi e Motta. Speriamo rientri qualche infortunato.

 

Simone Luciani

 SAMPDORIA: Castellazzi; Campagnaro, Lucchini, Raggi; Stankevicius (29' p.t. Padalino), Sammarco, Palombo, Franceschini (37' s.t. Bellucci), Pieri; Pazzini, Cassano. (Mirante, Ferri, Da Costa, Dessena, Ziegler). All. Mazzarri.ROMA: Doni; Diamoutene, Panucci, Riise; Motta, Brighi, Pizarro, Tonetto; Baptista, Menez (34' s.t. Crescenzi); Vucinic (46' s.t. Montella). (Artur, Loria, Brosco, Filipe, D'Alessandro). All. Spalletti.

ARBITRO: Rosetti.

MARCATORI: Baptista (R), al 7', Pazzini (S) al 25' e 43' p.t.; Baptista (R) su rigore al 25' s.t.

NOTE: spettatori 25.000 circa. Espulso al 17' st Motta (R) per doppia ammonizione. Allontanato al 25' st il tecnico della Sampdoria, Mazzarri, per proteste. Ammoniti Palombo, Diamoutene, Padalino, Lucchini, Pizarro. Recupero: 2' p.t., 3' s.t.     

[15-03-2009]

 
Lascia il tuo commento