Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

Le ultime lune

Una grande prova d’attore per Gianrico Tedeschi

di Giuseppe Duca 

Torna nella capitale, più precisamente al Teatro Italia, uno dei spettacoli più rappresentati in Italia e all’estero, “Le ultime lune” scritto e diretto da Furio Bordon, strepitoso successo che ha emozionato tantissime platee, con l’interpretazione di Gianrico Tedeschi, Marianella Laszlo e Walter Mramor.

Rappresentato e tradotto in venti paesi, la pièce dello scrittore triestino è una riflessione sui drammi  e le dolcezze della vecchiaia. Una fase della vita tra le più delicate, quando all’essere umano viene a mancare un bene preziosissimo: il futuro.

Un uomo molto anziano aspetta nella stanza il figlio che lo accompagnerà in una casa di riposo. Mentre ascolta Bach, parla con la moglie, o meglio con il ricordo di lei. E’ scomparsa da diverso tempo. Parlano della vecchiaia, della morte, dell’amore che li ha uniti. All’arrivo del figlio comincia tra i due una schermaglia verbale intessuta di rancori e di piccole crudeltà, ma che a tratti si allenta di irresistibili tregue di dolcezza. Il primo atto si conclude con il vecchio che lascia per sempre la sua stanza e il ricordo della moglie. Nel secondo atto l’anziano è nella casa di riposo. Sono passati diversi anni, lui è solo in scena con una sedia, un album di vecchie fotografie e una piantina di basilico in un vaso di latta. Il racconto della vita quotidiana all’istituto si mescola con i ricordi del suo passato…

Scritto da Bordon nel 1992, “Le ultime lune” ha ricevuto il Premio IDI nel 1993, ed è stato portato al successo nella stagione 1995/1996 da Marcello Mastroianni. È stata la sua ultima interpretazione da molti definita leggendaria e grazie alla quale il testo è stato conosciuto e apprezzato dal pubblico e dalla critica in tutto il mondo. Nei quattro anni successivi venti traduzioni e altrettanti allestimenti hanno replicato all’estero il successo dell’edizione italiana. A Bruxelles “Le ultime lune” ha vinto il Prix de Theatre come migliore spettacolo dell’anno, a Santiago del Cile ha ottenuto la nomination come migliore testo, a Madrid la critica lo ha accolto unanimemente come una delle più belle commedie scritte negli ultimi anni e giudizi analoghi si sono ripetuti in molte altre città europee e americane.

In scena al Teatro Italia (via Bari 18 tel. 06/44239286, www.teatroitalia.info)  fino al 22 marzo.

Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21, domenica ore 17.30, lunedì riposo. (sabato 21 marzo ore 17 e ore 21).  
 
 

[10-03-2009]

 
Lascia il tuo commento