Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Carceri in rosso

Niente stipendi per medici e infermieri

Mancano i fondi e i medici e gli infermieri che operano nelle carceri non vengono pagati. L’allarme lo lancia il garante regionale dei diritti dei detenuti Angiolo Marroni che ha scritto al nuovo provveditore regionale per l’amministrazione penitenziaria chiedendogli di intervenire.

Senza gli stipendi di novembre e dicembre sono rimaste 64 persone a rebibbia nuovo complesso, tra cui 32 infermieri a parcella e 24 medici di guardia. si tratta di operatori precari, non assunti, ma che da anni svolgono prestazioni occasionali importantissime in un ambiente difficile e che necessita di molta esperienza, in cambio – scrive il garante – di un compenso di circa 21 euro l’ora per i medi e 16 per gli infermieri, insomma certo non molto rispetto a chi opera in ambienti anche meno impegnativi.

L’elenco dei creditori tra medici ed infermieri, prosegue con 25 persone a rebibbia femminile, 8 alla 3° casa di Rebibbia, 37 a Viterbo ed 8 a Rieti. Gli stipendi non verrebbero pagati per mancanza di fondi, dovuta ad una mancata programmazione del provveditorato regionale, che dipende dal ministero di giustizia. Alle ragionerie delle carceri si rivolge anche il dottor Giulio Starnini, rapptresentante dei medici del settore che afferma: “dopo tanti anni e’ la prima volta che ci troviamo in uan situazione del genere. ci stanno costringendo a passare dalle proteste per i ritardi dei pagamenti, alle vie legali”…

[29-12-2006]

 
Lascia il tuo commento