Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

I romani passano 500 ore l'anno in automobile

rapporto Aci su tempo perso in città

Il tempo perso in città a causa del traffico e della congestione stradale costa ogni anno agli automobilisti italiani oltre 40 miliardi di euro. E' quanto emerge da un'indagine condotta dall'Automobile Club d'Italia (Aci) in 4 città campione (Roma, Milano, Torino e Genova).

Romani e milanesi, secondo la ricerca che si è basata sull'analisi dei dati dei dispositivi di localizzazione satellitare Gps, trascorrono più di 500 ore l'anno all'interno della propria vettura per gli spostamenti urbani, la cui durata media nelle rispettive città è di circa 60 minuti, per la metà persi in code e rallentamenti. La situazione migliora lievemente nei centri di minori dimensioni: 450 le ore passate in auto dai torinesi, 380 dai genovesi.

Il tempo sprecato nel traffico, secondo l'Aci, ammonta a 252 ore per i romani, 237 per i milanesi, 180 per i torinesi e 380 per i romani e vale rispettivamente 650, 642, 440 e 408 euro. L'indagine è stata illustrata oggi durante l'inaugurazione della Centrale di Informazione sulla mobilità stradale 'Luce Verde-Infomobilita' Romà, un servizio via radio che, secondo il presidente dell'Aci Enrico Gelpi, "se fosse adottato dalle maggiori amministrazioni locali del Paese, consentirebbe agli automobilisti italiani un risparmio di tempo valorizzabile in 16 miliardi di euro".

Oggi è stao presentato anche il progetto "Luciverde": le notizie relative al traffico cittadino e ai punti sensibili della Capitale raggiungeranno l'automobilista direttamente nella vettura attraverso la radio. Il progetto di infomobilità, attuato grazie alla collaborazione tra Polizia municipale e Aci, porterà alla realizzazione di bollettini del traffico trasmessi dalle emittenti radiofoniche e televisive convenzionate.

In occasione di eventi che incidono sulla mobilità tutte le informazioni raccolte e "validate" dalle 50 telecamere della polizia municipale sul territorio vengono trasmesse alla centrale dei vigili e a quella di Infomobilità, nella sede dell'Aci. La centrale elabora un documento, visivo o testuale, che raccoglie le informazioni e le trasmette alle emittenti associate che, in orari prestabiliti, lo mandano in onda.

LA TABELLA

[04-03-2009]

 
Lascia il tuo commento