Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Veltroni lascia il Pd

''esperienza più bella quella da sindaco''

Walter Veltroni

Veltroni saluta. Anche l’esperienza di segretario del Partito democratico si chiude. Nel suo discorso di dimissioni l’ex Sindaco di Roma ha ricordato anche la sua città.

"Il ricordo più bello che porterò con me sarà la manifestazione del 25 ottobre vidi quella marea del partito democratico - ha aggiunto -. C'erano solo le bandiere del Pd, non c'erano bandiere dei partiti del passato; tra la nostra gente c'è l'assoluta consapevolezza che l'identità democratica non è una leggerezza culturale. Una consapevolezza meno presente nel gruppo dirigente".

"Quando è nato per me il Pd è stata la realizzazione di un sogno politico, un partito con l'ambizione non di cambiare un governo, ma di cambiare l'Italia. Perché la radice dei nostri percorsi deve essere animata da questa ambizione, di farlo tanto nuovo quanto è la sua bellezza"

Chiude, senza sbattere la porta e si mette a disposizione per aiutare a realizzare il progetto ancora possibile di un governo riformista in Italia. Rinuncia alla scorta e torna a parlare di Africa. Al Teatro di Piazza di Pietra c’è tutto il Pd. Dario Franceschini, fino a ieri il suo vice, ora prenderà le redini della segreteria del partito.

Ad applaudirlo, tra gli altri Enrico Gasbarra, con il quale Veltroni ha condiviso l’esperienza romana quando guidavano il primo la Provincia e il secondo il Comune di Roma.

Per il suo successore Veltroni chiede di non giudicarlo con l’orologio in mano, ma per il nome ancora solo ipotesi. Dario Franceschini ha assunto il ruolo di reggente del partito e per sabato è convocata l'assemblea costituente del Pd.

IL DISCORSO DI ADDIO

[18-02-2009]

 
Lascia il tuo commento