Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Motociclista ucciso da ramo

tragico incidente su via Cristoforo Colombo

Un tragica fatalità, ma anche un incidente che forse si poteva evitare se quei rami fossero stati potati. Un 54 enne è morto. L’uomo, in sella al suo scoopterone Suzuky, stava percorrendo la corsia centrale della Cristoforo Colombo, all’altezza di via Capitan Bavastro quando un ramo si è staccato da un albero, complice il forte vento, colpendolo in pieno.

IL'uomo era un dermatologo di fama, si chiamava Daniele Innocenzi, di 54 anni, ed era professore associato di ordinario dermatologia della I facoltà di Medicina dell'università
Sapienza, nel polo di Latina.    

Innocenzi era stimato in campo internazionale soprattutto per la cura e l'analisi dei tumori della pelle. Aveva tre figlie adolescenti. La moglie è dermatologa al policlinico Umberto I.

L’incidente è avvenuto alle 9,45 e per tutta la mattinata la Colombo in direzione centro è rimasta chiusa, provoncado lunghissime code di automobilisti. Il grosso ramo di uno dei tanti pini marittimi che costeggiano la strada tyrafficatissima ogni giorno, si è staccato all’improvviso dal tronco.

L’unità del 118 non ha potutto far altro che cosnstatare il decesso avvenuto. Mentre i vigili urbani del primo gruppo sono rimasti sul luogo dell’impatto per i rilievi durati diverse ore.

E sempre stamane un grosso pino è caduto su una citroen in via Tiburtina al civico 1144 ed altri caduti su via Trionfale su alcune autovetture. In questi casi, fortunatamnete, non ci sono stati conseguenze alle persone perché le vetture erano parcheggiate. Un grosso ramo, sempre a causa del vento, si è invece poggiato sul tetto della scuola media "la Giustiniana"…. I vigili del fuoco intervenuti lo hanno rimosso. In tutto sono  stati una cinquantina gli interventi effettuati in mattinata dai pompieri che hanno riguardato alberi, rami, ma anche cartelloni pubblicitari, caduti.

Cordoglio alla famiglia del 54enne da parte di tutti i gruppi politici, a cominciare dall’assessore all’ambiente capitolino de lillo. Il sindaco ha invece ammesso: "dobbiamo intensificare al massimo le operazioni di potatura perché c'è un ritardo mostruoso a Roma – ma il tratto della colombo in cui è avvenuto l'incidente – ha puntualizzato Alemanno - non era neppure una di quelle rimaste indietro con la potatura.Abbiamo comunque  chiesto agli uffici interni di fare una verifica".

E se il Codici chiede un urgente manutenzione degli alberi, il Codacons si rivolge direttamente alla magistratura che deve  accertare se in questa vicenda vi siano responsabilità da parte dell'amministrazione comunale e del servizio giardini del comune di Roma.   
 

[18-02-2009]

 
Lascia il tuo commento