Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, che disastro

Giallorossi travolti dall'Atalanta, gara senza storia.

E’ stata una gita infausta, quella della Roma a Bergamo. Una brutta partita, una netta sconfitta e un brusco stop alla corsa verso la Champions, per gli uomini di Spalletti. I giallorossi sono apparsi timidi, impacciati e, soprattutto, totalmente privi di idee su un campo in pessime condizioni.

 

Pizarro vince il ballottaggio con Julio Baptista per il ruolo di trequartista, mentre Motta, come previsto, fa il suo esordio dal primo minuto. Fin da subito appare chiaro come l’Atalanta scenda in campo con molta più determinazione e organizzazione, sia in fase offensiva, dover riesce a chiudere la Roma nella propria trequarti, sia in fase difensiva, con il tipico pressing delle squadre di Delneri. La gara, tuttavia, offre scarse emozioni. Per i padroni di casa c’è un colpo di testa di Manfredini su azione di corner, con palla respinta da Perrotta, e soprattutto, al 17’, un gran destro dal limite di Padoin, dopo un bello scambio con Floccari, ma la traiettoria è troppo angolata. La Roma, invece, appare incapace di trovare una trama offensiva che metta in difficoltà i padroni di casa: l’unica idea è il lancio lungo ripetuto fino alla nausea per Vucinic, spesso pescato in fuorigioco e comunque piuttosto impotente di fronte all’intera difesa atalantina. Le discese di Tonetto e Motta sono sporadiche e quasi mai supportate dall’organizzazione e dagli automatismi tipici. Solo nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo i giallorossi sembrano svegliarsi dal torpore, confezionando anche una buona occasione con Totti, che gira in porta con una strana acrobazia il cross di Tonetto, ma la palla è lenta.

 

Nella ripresa, anziché assistere, come era lecito attendersi dopo il finale del primo tempo, a una Roma diversa, troviamo un’Atalanta ancora più decisa. Dopo 7 minuti Doni è costretto ad allungarsi sulla sua destra su un colpo di testa di Ferreira Pinto. Tuttavia, il portiere giallorosso nulla può sul calcio d’angolo seguente, quando Capelli lo trafigge dopo una serie di rimpalli e di indecisioni difensive. A questo punto, mettendo in mostra un difetto più volte visto nel corso della stagione, i giallorossi crollano e rinunciano a giocare. Bastano 4 minuti all’Atalanta per trovare il raddoppio: stavolta è Doni, da due passi, a sfruttare l’immobilità totale della difesa romanista su cross di Padoin. Spalletti corre ai ripari con l’unica mossa possibile, ossia togliendo Pizarro e inserendo Julio Baptista. Ma sono passati appena tre minuti dal raddoppio, e i bergamaschi sferrano il colpo di grazia: ancora Doni, in contropiede, sfrutta una difesa larghissima, entra in area e batte con facilità il Doni giallorosso. La partita, ovviamente, è conclusa, e la Roma non trova nemmeno il gol della bandiera. Ci va vicina con Motta, ma sul suo destro è bravissimo Consigli. A completare il disastro ci pensa Simone Perrotta, che negli ultimi minuti si fa buttare fuori grazie a un’entrataccia su Guarente. Sarà squalificato assieme a De Rossi.

 

La fortuna dei giallorossi è che, nonostante il tracollo, il danno in classifica è limitato, visti gli altri risultati. Certo, lo spettacolo visto all’Azzurri è stato desolante, e da salvare non c’è assolutamente nulla. Speriamo sia  solo un passaggio a vuoto, perché la  corsa verso il quarto posto è serrata e la sfida con l’Arsenal è sempre più vicina. Totti appare ancora lontano da un buon livello di forma, mentre Motta si difende discretamente. Sabato all’Olimpico c’è il Siena: gara da vincere assolutamente, anche perché la Roma non può davvero più permettersi cali di tensione.

 

Simone Luciani

 

ATALANTA: Consigli; Garics, Capelli, Manfredini, Bellini; Ferreira Pinto, Guarente, Padoin, Valdes (26' st Parravicini); Doni (21' st Plasmati); Floccari (42' st Defendi). (31 Coppola, 11 Cerci, 13 Peluso, 26 Pellegrino). All. Del Neri.

ROMA: Doni; Motta, Mexes, Juan; Tonetto, Perrotta; De Rossi, Brighi; Pizarro (12' st Baptista); Totti, Vucinic. (25 Artur, 14 Filipe, 15 Loria, 21 Diamoutene, 23 Montella, 35 Bertolacci). All. Spalletti.

ARBITRO: Morganti di Ascoli

MARCATORI: nel st al 7' Capelli, al 11' e 14' Doni

NOTE: recuperi: 1' e 0'. Angoli: 6-4 per la Roma. Espulsi: Perrotta al 44' st. Ammoniti: Motta, De Rossi, Manfredini e Capelli per gioco falloso. Perrotta per proteste. Spettatori: 7053.

[15-02-2009]

 
Lascia il tuo commento