Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

L'intervista

All’Eliseo una delle migliori commedie di Natalia Ginzburg

Di Giuseppe Duca
 
Torna in scena dopo molti anni “L'intervista”, una delle nove commedie che scrisse Natalia Ginzburg, senza ombra di dubbio una delle migliori. La portano sul palcoscenico dell'Eliseo, Maria Paiato, Azzurra Antonacci e il regista e attore Valerio Binasco, che quattro anni fa aveva recitato “Ti ho sposato con allegria” della stessa autrice, una delle più quotate dei suoi anni.

Già messa in scena da Luchino Visconti e da Laurence Olivier, la Ginzburg è oggi un riferimento preciso per un certo periodo italiano, sospeso fra anni Sessanta e Settanta, prima degli anni più cupi del terrorismo.Con “L'Intervista” siamo infatti nel 1978: Marco Rozzi, giovane giornalista, arriva in una casa di campagna per realizzare un'intervista a un importante studioso, Gianni Tiraboschi, oggetto della sua giovanile ammirazione. Ma ad accoglierlo troverà solo Ilaria e Stella, rispettivamente compagna e sorella del Tiraboschi. Nella vana attesa del suo interlocutore, Marco si intrattiene con Ilaria, e tra di loro si crea un'intimità, che li porta a rivelarsi l'un l'altra le proprie ingenue ambizioni. Poco più di un anno dopo la scena si ripete. Di nuovo una intervista mancata, e di nuovo tra Marco e Ilaria nasce uno scambio di confidenze sui sogni e le sconfitte della vita. L'incontro tra Marco e Gianni Tiraboschi avverrà solo dieci anni dopo, quando Marco avrà abbandonato il giornalismo e perso ogni interesse all'intervista e Tiraboschi si sarà ritirato dalla vita pubblica in seguito a una crisi depressiva. ”Attraverso una scrittura teatrale vivace e sfrontatamente fragile - dice Binasco - attenta ai piccoli gesti di vita quotidiana e sempre carica di ironia, la Ginzburg ci racconta l'atmosfera di quegli anni, in cui l'Italia si dissipa e muore il desiderio confuso di mettere in salvo qualcosa che è stato bello e nobile.

Le scene sono di Antonio Panzuto, i costumi Sandra Cardini e l’ideazione luci Pasquale Mari.

Lo spettacolo resterà in scena all’Eliseo (Via Nazionale 183. Botteghino: 06 4882114 | 06 48872222) fino al 1 marzo. 

[12-02-2009]

 
Lascia il tuo commento