Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Tutti i battiti del mio cuore

di Jacques Audiard. Con Romain Duris

di Svevo Moltrasio

Quasi trentenne Tom lavora nel campo immobiliare svolgendo operazioni losche e non completamente a norma di legge; del tutto illegali e sanguinose sono invece le azioni che lo vedono protagonista sotto richiesta del padre spesso bisognoso di aiuto. Giorno dopo giorno sembra destinato ad una vita poco onesta e condannato al ruolo di comprimario, ma la rinascente passione per la musica e la sua abilità con il pianoforte, dono ereditato dalla madre scomparsa, lo spingono ad un moto di orgoglio e alla ricerca di un' esistenza migliore.

A distanza di quattro anni da SULLE MIE LABBRA, Jacques Audiard, regista francese, torna al cinema sempre con una sceneggiatura scritta insieme al romanziere Tonino Benacquista. I toni e le atmosfere richiamano quelle del film precedente, tra il noir e un cinema di spaccato sociale, con ambienti spesso immersi nell'oscurità e personaggi apparentemente senza scrupoli.

Con il procedere del film spicca la figura di Tom, protagonista di questa storia, che con il passare dei minuti si dimostra essere molto più fragile e solo di quanto si possa immaginare dalle scorribande iniziali che lo vedono coinvolto in un terzetto di autoritari agenti immobiliari. Le sfumature costruite attorno a questo malinconico protagonista, destinato ad una vita di secondo piano e di eterno comprimario, insieme all'abile caratterizzazione dei personaggi di contorno, cui Audiard sa dare spessore con poche scene - vedi l'insegnante orientale di pianoforte, il padre e l'amante di Tom -, rendono al racconto un valore inaspettatamente struggente ben marcato dal bellissimo epilogo.

E lo stile del regista sa essere teso e nervoso al punto giusto, al servizio di una solida sceneggiatura che a volte si diverte a seguire piccole divagazioni come nel caso della ragazza del boss russo. Un cinema originale che ha modo di costruire personaggi interessanti e mai banali, e di mettere in luce un attore come Romain Duris dal promettente futuro.

 



votanti: 1
Secondo te quanti euro merita??
 
 
TAG: - audiard - duris
 

[01-12-2005]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE