Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Romena denuncia i suoi aguzzini

costretta a prostituirsi e filmata

Viene avvolta in un piumone, trascinata per terra, minacciata di morte con un coltello: la violenza su una ventunenne romena, una sorta di rito di iniziazione, è testimoniata da un agghiacciante video rinvenuto dagli agenti della Squadra Mobile di Roma in un computer all’interno di un’abitazione in via della Camomille ad Ardea.

La ragazza, era stata costretta a prostituirsi con la minaccia di ritorsioni sul figlio di 4 anni rimasto in Romania, segregata da una coppia di connazionali.

Il capo dell’organizzazione, Voltisi Gigi Valentin, romeno di 26 anni, è stato arrestato ieri pomeriggio dagli agenti di frontiera mentre cercava di lasciare la Romania, in seguito ad un mandato di cattura internazionale.
L’operazione, condotta dalla Squadra Mobile di Roma, inizia nel settembre scorso quando la polizia durante un controllo ferma un italiano di 55 anni in auto con tre ragazze romene. L’uomo, arrestato per favoreggiamento della prostituzione, riaccompagnava le donne da Castel di Guido, dove si prostituivano, in un’abitazione ad Ardea.

Nella casa gli agenti hanno trovano la 21enne che decide di denunciare le minacce e le violenze, svelando anche l’esistenza del video. Per Valentin l’accusa è di favoreggiamento e induzione alla prostituzione e riduzione in schiavitù.

[04-02-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia