Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Aggressione di Nettuno

la mamma del 16enne ''mio figlio è innocente''

il luogo dell'aggressione

"Mio figlio è innocente, sono stati gli altri due, quelli più grandi a farlo bere e fumare". Si difende così la mamma di uno dei tre giovani di Nettuno arrestati l'altro giorno con l'accusa di aver picchiato e dato fuoco a un indfiano che dormiva nella stazione ferroviaria della cittadina alle porte di Roma.

La donna, intervistata da 'Studio Aperto, il tg di Italia1, ha incontrato il figlio nella casa di accoglienza dove e' detenuto. Mercoledì il ragazzo sarà sentito dal giudice del tribunale dei minori. "Quelli più grandi hanno dato fuoco al barbone della stazione, mio figlio quando si è reso conto che stava bruciando, ha preso dell'acqua da una fontana e l'ha lanciata per spegnerlo. Lui non c'entra niente, io non lo abbandono ma se avesse combinato qualcosa, cosa che non credo, se anche avesse fatto qualcosa c'è la legge e spero che questa vicenda gli serva per crescere".

Intanto fanno pensare le parole di un ragazzo della cittadina di Nettuno che alla domanda della giornalista del Tg1 "Ma quel ragazzo che è stato bruciato?" Un giovane di Nettuno risponde così: "Beh, non era un ragazzo, quello lì, era un marocchino".

E ancora "A me è venuto da ridere - ha aggiunto un altro - rido per la persona non per il gesto".

dal TG1, alcuni ragazzi di NETTUNO commentano l'aggressione

 
 

[03-02-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE