Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, stop a Reggio Calabria

Giallorossi fermati sul 2-2: occasione sprecata.

Si ferma la corsa della Roma verso la Champions, in una giornata in cui raccogliere 3 punti sarebbe stato fondamentale. Si ferma a causa di una Reggina caparbia e di un campo assolutamente indecente, dopo gli ultimi giorni segnati dal nubifragio, in Calabria. Si ferma per le troppe assenze in attacco. E si ferma, per una volta, per le scelte discutibili di Luciano Spalletti nel corso della gara.

 

Il tecnico giallorosso, oltre a Totti, Perrotta e Julio Baptista deve rinunciare, all’ultimo minuto, anche a Mirko Vucinic, fermato dalla febbre. Così, in attacco viene improvvisata la coppia Menez-Okaka, e nella pozza il giovanissimo si trova decisamente meglio del francese. Pizarro fa il trequartista. I primi minuti vedono una Reggina maggiormente incisiva: al 3’ Corradi va al tiro da centroarea ma la conclusione, pericolosissima, viene ribattuta inavvertitamente da Barillà. Al 24’ Di Gennaro semina il panico nell’area giallorossa e prova il tiro, in pratica, dalla linea di fondo, ed è bravo Doni a ribattere. La Roma si fa viva, eccome, al 33’: grande azione personale di Okaka, che supera Santos e Campagnolo ma a porta vuota si fa ribattere il tiro da Lanzaro. La gara si sblocca al 43’: Corradi viene atterrato da Mexes in area, e Rosetti concede il calcio di rigore, nonostante la prima trattenuta sia chiaramente dell’attaccante. Corradi trasforma. Proprio a questo punto, quando la gara sembra mettersi totalmente in salita, una Roma compassata cambia ritmo, e riesce subito a raddrizzare la situazione: Menez (evanescente) serve un buon pallone per Pizarro, che dai 25 metri spara un bolide che si infila sotto il sette di Campagnolo.

 

Nel secondo tempo, subito una tegola per Orlandi, che deve sostituire Lanzaro con Cirillo, che ha più di qualche problema con i suoi tifosi. E i rapporti peggiorano al 7’, quando su un cross atterra nettamente Okaka in area e provoca il rigore. Batte Pizarro, Campagnolo respinge e ancora il cileno ribadisce in rete. Al 21’ Spalletti prova a dare più sostanza alla squadra, togliendo Menez, da cui ci si può aspettare davvero poco su questo campo, e inserendo Aquilani. Al 25’, nuova grande occasione per Okaka, che anche stavolta il giovane attaccante è bravo a procurarsi da solo, ma il tiro da centroarea è respinto di piede da Campagnolo. La Reggina, nel frattempo, sfrutta le squadre allungate e l’area di Doni che si è trasformata pian piano in un pantano. Così Spalletti si cautela, e compie però una scelta incomprensibile: al 35’ fuori Taddei e dentro Loria. Con la squadra ipercoperta e imbottita di difensori, è proprio l’ultimo entrato a compiere l’errore fatale: su cross di Cirillo rinvia male (a causa anche del campo) e consente a Cozza di infilare Doni. Inutile assalto finale della Roma (con seri rischi di subire contropiedi).

 

A ben vedere, le scusanti per la mancata vittoria ci sono tutte: un reparto devastato dalle assenze, un campo impraticabile (che però era lo stesso anche per la Reggina…), un rigore inesistente fischiato contro. Eppure c’è proprio la sensazione che i giallorossi avrebbero potuto vincere la gara, con un po’ più di concretezza e senza chiusure in difesa che avevano poca ragion d’essere. Domenica sfida diretta col Genoa: se prima era importante vincere, ora diventa obbligatorio. Sperando nel recupero di Totti e Vucinic.

 

Simone Luciani

 

REGGINA: Campagnolo; Lanzaro (7' st Cirillo), Valdez, Santos; Krajcik (32' st Sestu), Barreto, Cozza 7, Barillà, Costa; Di Gennaro (22' st Rakic), Corradi. (Puggioni, Hallfredsson, Alvarez, Ceravolo). All. Orlandi.ROMA: Doni; Cicinho, Mexes, Juan, Tonetto; Taddei (35' st Loria), De Rossi, Brighi; Pizarro; Menez (20' st Aquilani), Okaka. (Artur, Diamoutene, Filipe, Virga, Greco). All. Spalletti.

ARBITRO: Rosetti di Torino

MARCATORI: 43' (rig). Corradi (Re), 46' pt Pizarro (Ro); 12' Pizzarro (Ro), 36' st Cozza (Re).

NOTE: pomeriggio piovoso, terreno praticabile ma in condizioni precarie. Al 12' st Pizarro (Ro) si è fatto parare un calcio di rigore da Campagnolo. Ammoniti: Santos (Re) e Mexes (Ro). Recupero: 1' pt, 4' st.

[01-02-2009]

 
Lascia il tuo commento