Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Milk

di Gus Van Sant. Con Sean Penn, Josh Brolin, Emilie Hirsch

di Rosario Sparti 

1972: Harvey Milk si trasferisce da New York a San Francisco in compagnia del suo amante Scott Smith. A Castro Street il loro negozio fotografico diviene il punto di riferimento per la comunità gay della città; col passare degli anni Milk si impegnerà sul fronte dei diritti degli omosessuali fino a diventare il primo amministratore comunale dichiaratamente gay. Nel 1978 verrà assasinato con diversi colpi da arma da fuoco.

Gus Van Sant, regista del film, questa volta confeziona quella che è probabilmente la sua migliore incursione nel cinema mainstream hollywoodiano; la pellicola si presenta come molto personale e “sentita” dal suo autore, che riesce così a rendere empatico il protagonista al pubblico, attraverso la narrazione d’una importante marcia verso quei diritti civili che riguardano l’intero pubblico e non solo una tranche, come il tema del film potrebbe far pensare.

Interpretato da un fenomenale Sean Penn, affiancato da comprimari altrettanto in parte come James Franco e Emile Hirsch, che tratteggia con estrema sensibilità la figura sommessa ma trascinante di Harvey Milk, prima grigio assicuratore poi, in contemporanea al suo coming out,  affascinante carica pubblica gay e bandiera dei diritti civili. Strutturato secondo un dispositivo a cornice che vede come perno le scene di Milk che registra, l’anno precedente al suo assassinio, le sue volontà su nastro, il film evita stereotipi sulla sessualità presentando una agiografia vitale, smaliziata e che in diversi momenti, come nelle scene delle telefonate dell’adolescente disabile, risulta essere molto emozionante.

Splendidamente fotografato a tinte 70’s, con le tipiche sgranature della pellicola d’epoca, oltre ad essere una ottima ricostruzione d’epoca e un emozionante biopic su una figura importante per la storia dei diritti gay, la pellicola è un eccezionale monumento ai diritti umani e alla necessità di sperare in un domani migliore.

 



votanti: 1
Secondo te quanti euro merita??
 
 
TAG: - Van Sant - Penn - Brolin - Hirsch
 

[01-02-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE