Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Appaloosa

di Ed Harris. Con Ed Harris, Viggo Mortensen, Renée Zellweger

di Svevo Moltrasio

Sul finire del XIX° secolo in una cittadina del New Mexico, Appaloosa, arrivano due pistoleri mercenari chiamati dagli abitanti del luogo terrorizzati da una banda criminale. I due si proclamano sceriffi del posto e incominciano a far rispettare la propria legge.

La seconda prova da regista per l’attore Ed Harris segue l’interessante opera prima POLLOCK, trasposizione cinematografica di alcuni momenti della turbolenta vita del pittore americano. Anche in questo film il regista si ritaglia il ruolo di protagonista dividendo la scena però con alcuni comprimari di grande valore come Viggo Mortensen e Jeremy Irons.

Il western di Ed Harris è quello del cinema classico americano che, lontano da duelli interminabili e virtuosismi tecnici cari al western all’italiana, ha saputo resistere negli anni trovando proprio in autori dalla doppia veste di attori e registi – Eastwood e Costner – dei degni eredi di Ford e compagnia. Le storie di individui misteriosi e di poche parole, apparentemente cinici anche di fronte alla morte, diventano racconto di un paese e delle proprie radici, sporcate di violenza e sopraffazione, dove si perde di vista il confine tra giustizia e mercenarismo, tra senso comune e interesse individuale.

Forse Harris non porta nel genere, e nella cinematografia attuale, nulla di innovativo o particolarmente rilevante, ma con una coppia di protagonisti che funziona alla perfezione, tra ironia e solidarietà, imbastisce un racconto convincente. E nella seconda parte del film, sebbene con qualche squilibrio narrativo, la storia ribalta intelligentemente diversi ruoli – quello della donna apparentemente indipendente interpretato dalla Zellweger, o il cattivo di turno Jeremy Irons – confermando un’attenzione nella scrittura dei personaggi, e delle loro interazioni, non banale. La messa in scena è sobria ma impeccabile, anche nelle immancabili sparatorie.

 


Secondo te quanti euro merita??
 

[27-01-2009]

 
Lascia il tuo commento