Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Stupro a Guidonia: 6 arresti

incastrati dalle intercettazioni telefoniche

 I Carabinieri erano sulle loro tracce da giorni e questa notte una banda di romeni è stata arrestata con l'accusa di aver violentato nella notte tra giovedì e venerdì scorso una ragazza di 21 anni a Guidonia e di aver malmenato il suo fidanzato. Si tratta di 6 romeni, 4 sono gli autori della violenza e 2 invece li avrebbero aiutati a nascondersi, uno dei quattro ha già confessato.

 Quattro dei romeni fermati stavano tentando la fuga e sono stati bloccati dai militari al casello autostradale di Tivoli a bordo di una Bmw. I sei sono tutti incensurati: quattro sono accusati di violenza sessuale e rapina aggravata mentre per due l'accusa è di favoreggiamento, perchè avrebbero coperto il branco fornendo alla banda alloggio e protezione subito dopo lo stupro quando è scattata la caccia all'uomo.

 Ancora una volta è stato l'utilizzo di mezzi tecnologici a consentire ai carabinieri di individuare la banda di cinque romeni ritenuti responsabili della violenza sessuale. Decisive sono risultate le intercettazioni telefoniche. Individuato il presunto gruppo di stupratori, la magistratura di Tivoli ha disposto le intercettazioni sui cellulari degli indagati in fuga e proprio le 'celle' dei telefonini hanno permesso di localizzarli e di assicurarli alla giustizia.

All'uscita dalla stazione dei carabinieri di Guidonia di uno dei sei romeni fermati per lo stupro c'è stato un tentativo linciaggio da parte della folla che assedia la stazione.

Da Sky Tg24



 "Un successo del grande sforzo messo in atto dalle forze dell'ordine". Così il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, parlando ha commentato l'arresto di cinque romeni avvenuto nella notte. I cinque sono accusati di essere gli autori della rapina e dello stupro avvenuti qualche giorno fa a Guidonia.

La Procura di Tivoli in giornata potrebbe disporre un confronto tra la ragazza vittima dello stupro avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì a Guidonia e i cinque romeni arrestati la scorsa notte, sospettati di essere il branco di stupratori e rapinatori.

La ragazza che ha subito la violenza ha commentato così la notizia: "E' la fine di un incubo, ringrazio i carabinieri, è fatta giustizia: ora non faranno più male a nessuno, non faranno a un'altra donna quello che hanno fatto a me"

 
 

[27-01-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE