Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sicurezza in città, servono più fondi dal governo

Alemanno ''più telecamere e uomini in divisa''

 Dopo gli episodi di violenza sessuale a Primavalle e Guidonia le istituzioni si riuniscono per trovare delle soluzioni che diano chiare risposte ai cittadini.

Per dare maggiori garanzie di sicurezza a chi viaggia con i mezzi pubblici Alemanno ha presentato oggi il progetto dell’installazione di nuovi impianti di illuminazione nelle stazioni, di colonnine sos ai capolinea, di telecamere di sorveglianza e di una maggior presenza sui mezzi pubblici di uomini in divisa.

 "Il Comune di Roma è impegnato a illuminare le aree a rischio sicurezza e a monitorare e rendere sicuri i 136 punti critici del trasporto -ha detto Alemanno- come ad esempio i parcheggi e capolinea. Abbiamo installato 563 punti luce nelle aree a rischio. Nel 2009 ne metteremo altri 878 per arrivare a un totale di 5.000, con una spesa di 6,5 milioni di euro -ha detto il sindaco- Sono invece 136 i punti critici che riguardano il trasporto pubblico locale. Siamo, siamo già interventi su 31 e ne restano 115. Al governo chiedere risorse per installare telecamere e colonnine Sos".

Perché questo possa essere attuato lo stesso Alemanno ma anche il presidente della Regione Marrazzo hanno chiesto più risorse. "Spedirò una lettera al presidente Berlusconi - ha detto Marrazzo- che firmerà il sindaco Alemanno, il presidente della Provincia Zingaretti. Chiederemo più risorse per la sicurezza".

 Il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza ha approvato oggi anche un documento che mira all’integrazione e al monitoraggio dei campi nomadi; sia quelli autorizzati e attrezzati che quelli abusivi, chi non è in regola, promette il prefetto Giuseppe Pecoraro, sarà espulso.

La prefettura ha poi confermato la chiusura del Casilino 900 , non è stato deciso però il luogo dove verranno spostati i circa 600 abitanti dell’insediamento.

 Insomma niente di veramente nuovo rispetto alle direttive già decise nei mesi precedenti, anche alla luce del monitoraggio già effettuato dalla Croce Rossa. Ma il prefetto Giuseppe Pecoraro e il sindaco gianni Alemanno promettono un pi accurato controllo sul territorio.

Oggi la prefettura ha anche presentato i dati sui delitti in calo del 10,6% rispetto al 2006. 

DATI FURTI

DATI RAPINE

[26-01-2009]

 
Lascia il tuo commento