Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Incollate saracinesche di negozi ebraici

si indaga per istigazione all'odio razziale

Ancora un episodio di intelleranza e di razzismo, questa volta al quartiere Africano. Hanno incollato le saracinesche dei negozi ebraici e poi hanno firmato la loro azione antisemita "Militia".

E' successo la scorsa notte a Roma in viale Libia, nel quartiere Africano, dove alcuni negozianti stamani non sono riusciti ad aprire i negozi.

"Ci siamo dovuti rivolgere al fabbro - ha spiegato il portavoce dei negozi ebraici di viale Libia, commerciante a sua volta. E' una cosa vergognosa. Dopo aver fatto qualche telefonata, ho saputo che la stessa cosa è avvenuta anche a piazza Bologna e al quartiere Appio-Latino".

Una decina di giorni fa scritte antisemite e pro Hamas erano comparse nella zona di piazza Bologna sempre su alcuni negozi ebraici e sempre a firma dell'associazione di estrema destra Militia, mentre altre scritte antisemite e contro i media, vergate con vernice rossa, erano state fatte da ignoti contro le sedi di alcuni organi di informazione. Su questi episodi la procura della Repubblica di Roma ha aperto un'inchiesta per istigazione all'odio razziale, come previsto dalla legge Mancini, e danneggiamento.

[23-01-2009]

 
Lascia il tuo commento