Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Napolitano alla Luiss

nessun discorso agli studenti. I ragazzi ''siamo delusi''

Una mattinata all’università Luiss di Roma dedicata tutta alla costituzione nel corso del 60° anniversario della “carta” fondamentale del diritto italiano.

A fare gli onori di casa al presidente della repubblica Gorgio Napolitano è stato luca cordero di montezemolo, presidente della Luiss che, in riferimento alla crisi economica, ha ribadito la necessità di un approccio ottimista e fiducioso.

"Tutti, nessuno escluso -ha detto Luca Cordero di Montezemolo- dobbiamo impegnarci a ristabilire la fiducia, non soltanto a parole ma soprattutto con i fatti che portino forti azioni di responsabilità. Questo è il giusto modo di affrontare la crisi".

Il presidente della Corte Costituzionale Giovanni Maria Flick ha invece spiegato l’importanza di rileggere e eventualmente riscrivire la costituzione, soprattutto per quanto riguarda i principi e diritti fondamentali. Dall’eutanasia, all’inseminazione assistitita, secondo flick, dopo 60 anni, la tecnica ormai esige che i diritti siano rivisti.

Alla conclusione del convegno intitolato  “uno sguardo al futuro”, ci si aspettava il discorso di napolitano che invece e’ stato annulato in corsa,  un po’ delusi gli studenti della Luiss per l’improvviso cambio di programma.

"Siamo rimasti davvero delusi di non aver potuto ascoltare Napolitano - ha detto uno studente - d'altronde in un evento del genere, che mi è sembrata più una parata che un convegno è facile rimanere delusi, d'altronde nelle prime 10 file c'erano solo ultra 65enni e i ragazzi relegati in fondo".

[12-01-2009]

 
Lascia il tuo commento