Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Abusi a Rignano Flaminio l'indagine č chiusa

le maestre rischiano il rinvio a giudizio

Si è chiusa l´indagine sui presunti abusi sessuali alla scuola materna Olga Rovere di Rignano Flaminio, la procura è pronta a chiedere i primi rinvii a giudizio per le maestre sospettate delle violenze nei confronti di alcuni loro ex alunni. Il procuratore capo di Tivoli, Luigi De Ficchy, e il pm Marco Mansi hanno firmato prima di Natale i 415 bis, gli avvisi che normalmente preludono alla richiesta del processo.

Gli atti verranno consegnati nei prossimi giorni. Sembra che a riceverli saranno le maestre Marisa Pucci, Silvana Magalotti e Patrizia Del Meglio e il marito di quest'ultima, l'autore televisivo Gianfranco Scancarello. Nei provvedimenti sarebbero contestati nuovi elementi d'accusa: fra questi, il riconoscimento da parte di alcuni bambini di un casolare in cui sarebbero avvenuti degli abusi.La controversa inchiesta sui presunti episodi di pedofilia di cui sarebbero stati vittime venti bambini della scuola Olga Rovere prese avvio l´estate di tre anni fa e divise gli abitanti del piccolo comune alle porte della capitale.

Sono quattro le insegnati finite al centro dell´inchiesta per pedofilia ma non tutte potrebbero ricevere le comunicazioni giudiziarie. Alcune posizioni, infatti, potrebbero essere archiviate su richiesta degli stessi pm.

Le maestre che invece rischiano di finire sotto processo sono le stesse che sono state indicate dai bambini della Olga Rovere in sede di incidente probatorio in presenza di una neuropsichiatra. Anche in questo caso non è scontata la richiesta di rinvio a giudizio. Le insegnanti avranno, infatti, la facoltà di farsi ancora sentire dalla procura e di produrre nuovi elementi a propria difesa e di conseguenza i pm potrebbero ancora decidere di ritirare le accuse.

 
 

[05-01-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE