Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Terremoto nel nord Italia

a Roma il quartier generale dell'Ingv

Tra le scosse di terremoto, tra cui la più potente è stata di 5,1 gradi della scala Richter che ieri ha colpito il nord Italia e ha provacato lievi danni, è stata monitorata e registrata dai sismografi locali.

Il quadro globale è stato tenuto d’occhio dall’istituto nazionale di geofisica di via di Vigna Murata, in zona Laurentina, dove si è lavorato sulla raccolta dei dati legati ai danni per coordinare eventuali soccorsi.

Per i geologi e i ricercatori dell’istituto il lavoro continua vista la previsione di nuove scosse di assestamento

"Ci attendono nuove scosse di assestamento, lavoreremo per monitorare la situazione, qui abbiamo il quadro di tutta italia - spiega Claudio Chiarabba, dirigente di ricerca dell'INVG. Riguardo al Lazio non ci sono assolutamente rischi legati a questo terremoto".

Per quanto riguarda la nostra regione invece non c'è alcun rischio, visto che il terremoto, che dall’Emilia si è avvertito sino in Toscana, riguarda episodi sismici specifici dell’Appennino.

[24-12-2008]

 
Lascia il tuo commento