Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Nuovo piano industriale dell'Ama

raccolta porta a porta e discarica gestita dall'Ama

L’ama punta tutto sul sistema pubblico; la società che gestisce la raccolta dei rifiuti in città ha oggi presentato il piano industiale che entrera’ in vigore dal prossimo gennaio.

L'obiettivo del nuovo Piano industriale dell'Ama "è portare entro la fine del 2009 Roma ad un livello di pulizia paragonabile alle altre città europee -ha detto il sindaco Alemanno - un obiettivo molto impegnativo per il quale abbiamo stanziato 30milioni di euro nell'assestamento di bilancio che la giunta ha approvato nei giorni scorsi e su cui è impegnata tutta l'Ama e tutta la struttura del Comune. Questo è il primo fondamentale obiettivo, perché la situazione di pulizia della nostra città -ha concluso il sindaco non è accettabile".

Sarà migliorato il sistema di pulizia cittadina e si punterà sulla chiusura del ciclo dei rifiuti. Il piano prevede la suddivisione della città in 400 aree di servizi e l’acquisto di 720 nuovi veicoli che andranno a sostituire i 680 mezzi ormai obsoleti o in manutenzione. Si punterà poi soprattutto sulla raccolta differenziata, ora roma si ferma al 19% ed entro il 2013 si dovra’ raggiungere il 30%.

Per questo il servizio di porta a porta, per il momento in via sperimentale a colli aniene, decima e massimina, arriverà a coinvolgere 110 mila abitanti. I primi quartieri a partire saranno Trastevere, il Villaggio Olimpico e Torrino Sud. Dal 19 gennaio partiranno le lettere di annuncio del nuovo servizio alle famiglie e agli amministratori di condominio. Saranno quindi rimossi i “vecchi cassonetti” per essere sostituiti da bidoncini, con coperchio marrone, bianco, blu e verde rispettivamente per gli scarti alimentari, plastica, metallo, vetro e per i rifiuti non riciclabili.

Nel piano dell’Ama, infine è prevista alla luce della prossima chiusura della discarica di Malagrotta, recentemente prorogata di un anno, l’utilizzo di una nuova discarcia di proprietà dell’Ama, è ancora da decidere dove sorgerà.

 
TAG: rifiuti
 

[17-12-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE