Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Tevere, è stato di allerta

barconi si infrangono contro i ponti

La Capitale è in ginocchio per il maltempo. Dopo i forti disagi registrati nell'intera giornata di giovedì a causa del maltempo, è scattato il piano d'emergenza in vista dell'arrivo della piena del Tevere, anche se i tecnici della Protezione civile hanno garantito che non ci sarà "una vera e propria esondazione del Tevere".

"Dentro la città, dove ci sono gli argini, la situazione è sotto controllo". A ribadirlo è stato anche il sindaco della capitale, Gianni Alemanno. Sono anche iniziate le prime evacuazioni di case e uffici che si trovano in aree a rischio. L'ora prevista per l'arrivo della piena è tra le 20 e le 24.

E intanto tre barconi hanno mollato gli ormeggi e vagano alla deriva sul fiume. E il sindaco invita i cittadini a restare a casa e a non andare a lavorare.

BARCONE SI INFRANGE CONTRO PONTE SANT'ANGELO -da You Tube, video girato da Paolo Sancamillo, Roma Uno Tv-

No agli allarmismi. Questo il messaggio lanciato dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ai microfoni di SkyTg24, in merito alla situazione di piena del Tevere. Il primo cittadino ha poi rivolto un appello ai romani che hanno affollato tutti i ponti con macchine fotografiche per guardare il fiume della Capitale: ''Non prendete questa cosa per un grande spettacolo, vedo tanta gente ferma sugli argini del Tevere, è meglio stare a casa''.

LA SITUAZIONE A PONTE MILVIO

 

Nel pomeriggio sono iniziate le prime evacuazioni. "Le situazioni più critiche sono nel IV e V municipio perché si sono allagate alcune aree e sono state sgomberate circa 1000 persone ora ricoverate alla Fiera di Roma e in altre strutture» ha detto il sindaco Gianni Alemanno. Sgomberate alcune abitazioni alla Magliana, nella periferia ovest di Roma a causa dei rigurgiti fognari. L’acqua non viene infatti più drenata dal sistema fognario e sgorga in strada, per questo in via precauzionale alcune abitazione in via Pian Due Torri sono state sgomberate, spiegano i vigili del fuoco. Anche il palazzo di Lungotevere Ripa 1, sede dell'ex ministero della Salute, è stato evacuato per il rischio esondazione del Tevere. I dipendenti sono già tutti usciti e i quattro piani dell'edificio, con gli uffici dei sottosegretari con delega alla Salute del Ministero del Welfare e l'ufficio stampa, sono ora vuoti.

 
 

[12-12-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE