Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Champions, la Roma vola

Battuto il Bordeaux: giallorossi qualificati e primi nel girone

A volte non sembra affatto la squadra dello scorso anno. Tanto quella era spettacolare, travolgente, a volte esagerata, quanto questa appare cinica, razionale e a volte perfino fortunata. Contro il Bordeaux sono andate in scena queste caratteristiche all’ennesima potenza. E’ stata una partita difficile, contro un avversario molto antipatico da affrontare, ma la Roma, per la prima volta, chiude in testa il girone di Champions.

 

Spalletti conferma l’undici che ha battuto il Chievo, con la sola eccezione di Panucci al posto di Cicinho. Il primo tempo è noioso da morire. Il primo (timido) tentativo è di Julio Baptista con un tiro dal limite, piuttosto debole. Le conclusioni verso la porta del Bordeaux sono tutte del brasiliano, nella prima parte di gara: all’8’ su punizione e al 18’ su azione, ma entrambe le volte la palla finisce alta. Nella seconda parte del primo tempo, i francesi escono dal guscio, con un lungo ma sterile possesso di palla. Tutto ciò che producono è un tiro dalla distanza di Menegazzo e, soprattutto, una conclusione dal limite di Gourcuff dopo una presa mancata da parte di Doni: anche qui, i francesi non inquadrano lo specchio della porta.

 

Il secondo tempo si apre, come promesso da Blanc, con un Bordeaux ben più intraprendente in fase offensiva, tanto da schiacciare la Roma nella propria trequarti. Al 5’ i francesi si rendono molto pericolosi con Chamakh, che sfiora il palo con un tiro da ottima posizione, dopo una buona azione. Al 9’, Mexes è costretto a uno strepitoso recupero su Gourcuff, lanciato da solo verso Doni a causa di una Roma piazzata male. Dopo il primo quarto d’ora di sbandamento, gli uomini di Spalletti si ricompattano, e alla prima, vera occasione passano. Splendida palla di Julio Baptista per Perrotta che detta il passaggio sulla destra, cross dal fondo e gol da distanza ravvicinata, ancora una volta, di Matteo Brighi. E’ una rete pesante come un macigno. Il Bordeaux accusa, e l’unica (pallida) reazione è un tiro dalla distanza ancora di Gourcuff (una spanna sopra ai suoi compagni) bloccato da Doni. Al 34’, invece, c’è il raddoppio della Roma: contropiede creato e gestito da Menez (bene nel primo tempo, un po' spento nel secondo), che serve Totti a tu per tu con Ramé, e il capitano non sbaglia. Mentre la Sud ricorda il giornalista Mediaset Alberto D’Aguanno, morto due anni fa, la Roma controlla serenamente il finale di partita, con gli ingressi di Cicinho, Vucinic e Pizarro per Menez, Totti e Perrotta. Il Bordeaux crea l’occasione più pericolosa della gara al 37’, con Bellion che spara alto da distanza ravvicinata. Nell’altra gara del girone, come prevedibile, il Chelsea batte il Cluj ma non basta agli inglesi per prendersi il primo posto, che è della Roma.

Non è stata, lo ripetiamo, una bella gara. Soprattutto l’inizio del secondo tempo ha destato più di qualche perplessità. Tuttavia, i giallorossi confermano una eccellente difesa. Conferma solo a metà, invece, per Jeremy Menez, che comunque è giovanissimo e crescerà. Molti ispirato, invece, Julio Baptista. Sorteggi per gli ottavi il 19, con i giallorossi che affronteranno una delle seconde (ovviamente, non l’Inter né il Chelsea e, se fosse, nemmeno la Juventus).

 

Simone Luciani

 

ROMA: Doni; Panucci, Mexes, Juan, Riise; Perrotta (44' s.t. Pizarro), De Rossi, Brighi; Baptista, Menez (35' s.t.Cicinho); Totti (43' s.t. Vucinic). (Artur, Loria, Cassetti, Montella). All. Spalletti.BORDEAUX: Ramè; Chalmè, Planus, Diawara, Jurietti; Fernando, Diarra; Gouffran (13' s.t. Cavenaghi), Gourcuff, Wendel (24' s.t. Bellion); Chamakh (24' s.t. Jussie). (Valverde, Placente, Traorè, Tremoulinas). All. Blanc.

ARBITRO: Fandel (Germania).

MARCATORI: Brighi al 16', Totti al 34' s.t.

NOTE: cielo nuvoloso, terreno in discrete condizioni. Spettatori: 60 mila circa. Ammoniti: Chalmè, Brighi, Jurietti, Diawara. Recupero: 1' p.t., 2' s.t.

[10-12-2008]

 
Lascia il tuo commento