Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Lazio
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Lazio
 
 

La capolista segna tre reti alla Lazio

Samuel in apertura, autorete di Diakitč e il solito Ibrahimovic stendono i biancocelesti

Brutto stop della Lazio allo stadio Olimpico contro la capolista Inter. Un gol a freddo e uno in pieno recupero della prima frazione e il solito Ibrahimovic rendono la vita facile al gruppo allenato da José Mourinho. Delio Rossi per la sfda contro i nerazzurri da spazio per la prima volta dal primo minuto a Diakitè in difesa al fianco di Rozehnal. La linea mediana è composta da Foggia, Ledesma e Dabo, con Mauri a sostegno di Zarate e Pandev. Escluso, dunque, Tommaso Rocchi. Sul fronte opposto confermato l'undici di domanica scorsa che aveva permesso all'Inter di battere il Napoli: fiducia a Cruz al fianco di Ibra, con Stankovic vertice alto del rombo di centrocampo.

Il match si fa subito in salita per la Lazio: Cambiasso batte un calcio d'angolo sui cui sviluppi Samuel batte di testa Carrizo. Inter in vantaggio dopo appena 180". La squadra di Delio Rossi è stordita, ma tenta di reagire. All'8' sempre da un corner Pasquale Foggia rimette un pallone invitante a centro area sul quale Diakitè non arriva per questione di centimetri. Subito dopo è Kolarov dalla distanza a cercare la porta, ma la sfera finisce al lato. I biancocelesti col passare dei minuti cercano con più insistenza di impensierire Julio Cesar. Al 17' dopo una puniziona di Pandev, ribattuta dalla barriera, il pallone giunge a De Silvestri, ma il suo tiro finisce sul corpo di Maxwell. Ancora il terzino romano, sugli sviluppi del conseguenziale corner, prova il tiro, ma Julio Cesar in presa bassa para. Sul cambio di frote bell'azione sull'asse Cruz-Ibrahimovic, ma il tiro dello svedese va alto sopra la traversa. Dopo 28' Mourinho perde Julio Cruz per un infortunio e al suo posto entra l'ex Hernan Crespo. Alla mezz'ora ancora Lazio con il macedone Goran Pandev che salta un paio di avversari e serve Zarate a pochi metri dalla porta, ma l'argentino arriva scordinato e non coglie la ghiotta occasione. Subito dopo qusta bella azione anche Pandev deve lasciare il campo sostituito da Rocchi. Al 34' l'Inter prova a uscire fuori dal guscio con un tiro di Stankovic dalla distanza su cui Carrizo mette i pugni, sulla palla si avventa Crespo, ma sbaglia la mira. Quando ormai si attende il doppio fischio dell'arbitro che decreti la fine del primo tempo i nerazzurri riescono a raddoppiare: su un cross dalla destra di Maicon, Diakitè è sfortunato e mette il pallone alle spalle del proprio portiere.

Nella ripresa la Lazio si ripresenta in campo con Brocchi al posto di Dabo. Ci si aspetterebbe qualcosa dai giocatori di Delio Rossi in questi 45' ed invece al 55' è Ibrahimovic a chiudere il match. Punizione dalla destra di Cambiasso sulla quale il più lesto di tutti - anche perchè partito in posizione di fuorigioco - è lo svedese che batte Carrizo. Tre minuti dopo Kolarov su punizione segna, ma l'arbitro fa ripetere la battuta che si spegne sulla barriera. Al 72' è Zarate ad entrare in area nerazzurra, saltando due difensori, e a chiamare Julio Cesar all'intervento. Delio rossi manda in campo Meghni al posto di Foggia, mentre Mourinho dà spazio a Figo al posto di Muntari e Mancini per Stankovic. Nel finale ancora l'Inter va vicina al gol con Ibrahimovic, ben servito da Figo, ma la sfera termina fuori. Al triplice fischio volti bui per i giocatori della Lazio, che continuano il loro momento negativo.

Francesco Lanna

Lazio-Inter 0-3
2' Samuel (I), 45' aut. Diakite (L), 55' Ibrahimovic (I)

Lazio: Carrizo; De Silvetri, Diakite, Rozehnal, Kolarov; Foggia (77' Meghni), Dabo (46' Brocchi), Ledesma, Mauri; Pandev (31' Rocchi), Zarate. All: Rossi.

Inter: Julio Cesar; Maicon, Cordoba, Samuel, Maxwell; Zanetti, Cambiasso, Muntari (78' Figo); Stankovic (86' Mancini); Ibrahimovic, Cruz (28' Crespo). All: Mourinho.

Arbitro: Orsato di Schio.

Ammonito: Stankovic (I), Diakite (L), Zarate (L), Julio Cesar (I), Brocchi (L), Maxwell (I)

[07-12-2008]

 
Lascia il tuo commento