Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Indagini sulla sparatoria A1

agente verso l'accusa di omicidio colposo

Rischia di essere indagato per omicidio colposo l’assistente di polizia che ieri mattina, nel corso di una colluttazione, ha ucciso con un colpo accidentale Marco di Prisco.

Il 27enne napoletano era stato protagonista insieme altri tre malviventi, poi fuggiti, di un lungo inseguimento sull’autostrada cominciato in umbria e terminato alla stazione di servizio “la Macchia Ovest”, vicino ad Anagni. 

Qui gli agenti della polstrada di Frosinone li avevano identificati come gli autori di una rapina di un tir di elettrodomestici. Caduto nel tentativo di fuga, Di Prisco sarebbe venuto a contatto con l’agente, dalla cui pistola sarebbe partito, a distanza ravvicinata, il colpo mortale.

L’assistente della sottosezione di Frosinone è stato ascoltato nel tardo pomeriggio di ieri dal Pm Monti. Oggi è toccato al collega di turno in pattuglia. 

L’ipotesi di accusa per omicidio colposo potrebbe essere contestata dopo l’esame autoptico di lunedì. “Si tratta di una pura formalità” è stato il commento del procuratore di frosinone, margherita gerunda.  Intanto, proseguono le ricerche dei tre complici, tutti di origine napoletana, fuggiti a piedi nelle campagne circostanti l’area di servizio.

 
 

[05-12-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE