Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Uccide i genitori con un machete

''si tratta di un'azione premeditata''

 Ha utilizzato un machete per uccidere i genitori. Prima ha colpito il padre prendendolo alle spalle. Poi ha fatto mettere in ginocchio la madre e l'ha uccisa. Fermato il figlio, Valerio Ullasci di trent'anni. E' accusato di aver massacrato nella loro casa a Mentana, alle porte di Roma, il padre Vincenzo di 59 anni, e la madre, Maria Spina di 60.

Ancora oscuro il movente. Messa sotto sequestro la villetta a due piani in via delle Molette, teatro della tragedia.

"Si tratta di un'azione premeditata: prima ha colpito con il machete il padre, prendendolo alle spalle poi ha fatto mettere in ginocchio la madre e l'ha uccisa".

Spiega il capo della squadra Mobile di Roma, Vittorio Rizzi, su quanto accaduto nella tarda serata di ieri in una villetta a Mentana, centro alle porte di Roma, dove un uomo, Valerio Ullasci di 30 anni ha massacrato i propri genitori, Vincenzo Ullasci di 59 anni e Maria Spina di 60.

 L'autore del duplice omicidio si trova attualmente in carcere dopo l'interrogatorio avvenuto in nottata negli uffici della Questura. Il movente resta ancora poco chiaro, gli inquirenti stanno vagliando le affermazioni fatte dal giovane. "Ad avvertire il 113 è stato lui stesso - continua Rizzi -. Quando siamo arrivati lo abbiamo trovato vicino ai corpi massacrati a  colpi di macete".

 E' stato lui stesso -foto-, l'assassino, a telefonare al 113. Quando gli uomini della squadra mobile sono entrati in casa, Valerio era accanto ai corpi dei suoi genitori, con ancora in mano il machete sporco di sangue utilizzato per il massacro.

 Non ha saputo dare una spiegazione, ma in questura ha confessato di essere stato lui il responsabile di quella che gli inquirenti non hanno avuto timore a definire "una vera mattanza".

Valerio lavorava come cameriere nel ristorante di Mentana gestito dal padre. Viveva nella villetta di via delle Molette insieme ai genitori. Circa dieci anni fa, era morta per una grave malattia una sorella di Valerio.

[02-12-2008]

 
Lascia il tuo commento