Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Scantinato di una scuola elementare

luogo di spaccio e dormitorio

Uno spaccio e un dormitorio abusivo, proprio sotto una scuola elementare. Questo è quanto hanno scoperto i vigili la notte scorsa, dopo un'operazione che ha portato alla scoperta del luogo di traffici illeciti, situato in uno scantinato della scuola elementare e per bambini disabili “Leonarda Vaccari” in via Silvio Pellico, a Roma.

Nei locali sotto la scuola era stato organizzato uno spaccio di droga, con relativa fumeria, e un dormitorio abusivo per 350 euro mensili per posto letto. Le indagini erano scattate dopo un sopralluogo richiesto dall'Ater (Azienda Territoriale Edilizia Residenziale), ma già varie segnalazioni di un via vai di giovani avevano insospettito i vigili. I locali, inoltre, sono stati trovati in pessime condizioni igieniche, con all'interno anche alcune bombole di gas.

Il bilancio dell'operazione condotta dagli agenti di polizia giudiziaria del XVII Gruppo dei vigili urbani è di 11 fermati, con un arrestato e un denunciato a piede libero. In arresto il locatario dell'appartamento del custode.  

Gli agenti di polizia giudiziaria hanno denunciato nove persone, tra i quali i due figli dei custodi della scuola, ormai deceduti, ai quali erano subentrati nei locali di proprietà dell'Ater , entrambi con precedenti penali.

A gestire l' affitto di posti letto, per 350 euro al mese, i figli dei custodi, ormai deceduti, della scuola ai quali erano subentrati nei locali di proprietà dell'Ater (Azienda territoriale edilizia residenziale). Entrambi con precedenti penali, uno dei quali tutt'ora in carcere, avevano trasformato lo scantinato della scuola in luogo di spaccio, dormitorio e fumeria.

Il bilancio dell'operazione condotta dagli agenti di polizia giudiziaria del XVII Gruppo dei vigili urbani, diretto da Stefano Donelli, è di 11 fermati, un arrestato e un denunciato a piede libero. "Nelle scorse settimane - ha ricordato Donelli - i carabinieri hanno chiuso un bar proprio nei pressi della scuola perchè ritenuto luogo di spaccio di stupefacenti. Questo ha evidentemente incrementato l'affluenza al covo che abbiamo scoperto sotto l'edificio scolastico".

Tra i denunciati anche il giovane arrestato pochi giorni fa dalla polizia di Stato per spaccio di droga a Ponte Sisto.
 
 

[26-11-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE