Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Campo rom Casilino 900

Alemanno ''sarà spostato e ricostruito''

Presto si definirà la data del trasferimento dei nomadi del campo del Casilino 900 in un'altra area. E saranno i nomadi stessi a costruire il nuovo campo, d'intesa con il Comune.

Questa l'assicurazione che il sindaco Gianni Alemanno ha dato ai rom del campo del Casilino 900 durante una sua visita all'area.

Il campo nomadi è stato spesso sotto accusa per le condizioni definite “inaccettabili" da un commissario dei diritti umani dall'Unione Europea. Il campo è uno dei più grandi d’Europa con 650 persone tra macedoni, kosovari, bosniaci e montenegrini,

"Insieme al nuovo prefetto presenteremo il progetto complessivo sui campi nomadi - ha detto Alemanno - Quello del Casilino 900 è il primo campo su cui interverremo, sia in termini di legalità sia di solidarietà. Su questo campo l'amministrazione comunale  si gioca la faccia. Lo vogliamo spostare costruendone uno che segua le normative europee per dar modo ai rom di avere una vita accettabile. 

Questo percorso lo dobbiamo fare insieme affinché ci sia un destino diverso per i campi nomadi di Roma e affinché questo sia costruito con una collaborazione con le comunità nomadi della città. I futuri campi li costruiremo insieme, con,il vostro lavoro - ha detto Alemanno rivolto ai rom - per far lavorare voi e per far risparmiare all'amministrazione qualche soldo grazie al vostro impegno".

LE RUSPE PER UNO SGOMBERO PARZIALE AL CASILINO 900

-produzione IN IRIDE SFOGGIO 2008-

 

 
 

[23-11-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE