Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Vince Obama, Roma festeggia

centinaia le iniziative ''tutte pro Obama''

E' la lunga notte di Obama, la notte della vittoria netta e decisa. A Roma sono centinaia gli americani che hanno deciso di seguire, con una maratona serale, la diretta elettorale americana.

“Armati” di bandiere a stelle strisce, magliette “personalizzate” e un buon piatto di hamburger e patatine. A termini, al redhouse grill, le comunita’ usa che vivono a roma si sono organizzate così

Il tifo è tutto per lui: per Barack Obama, democratico e primo presidente americano di colore che promette all’america un cambiamento radicale. all’arrivo delle prime proiezioni gia’ si esulta, nell’aria c’e’ aria di trionfo ed e’ gia’ chiaro dalle 2 che il vincitore sara’ lui. guai pero’ a parlare del colore della pelle, non c’entra – ci dicono – “noi lo abbiamo votato perche lavori bene”.

"Non importa il colore della pelle, racconta un elettore americano a Roma, l'importante è che lavori bene e faccio il suo lavoro, lo abbiamo votato per le sue quelità, l'etnia e il colore della pelle non c'entra".

"Ci aspettiamo che faccio quello che ha promesso, -spiega una ragazza americana di colore- che realizzi un miglior sistema sanitario, e soprattutto risolva questa crisi economica che sta colpendo tutto il mondo"

I democratici italiani, quelli del Pd, si sono ritrovati in centro a piazza di Pietra, anche qui una lunga maratona per seguire le presidenziali. per l’opposizione Obama è l’uomo giusto, l’uomo del cambiamento.

"Cambierà completamente il volto degli Stati Uniti -spiega Dario Franceschini, vicesegratario del Pd- un afroamericano di colore che diventa presidente degli Stati Uniti corona quel sogno democratico americano di integrazione e di cambiamento. E poi soprattutto farà vedere che la stagione degli Stati Uniti che immaginavano di essere da soli padroni del mondo è finita e comincia una stagione in cui possono diventare un paese guida nei valori".

Tra i locali che seguono la diretta Usa si incontrano personaggi singolari; c’e’ chi ha unito simbolicamente le strade d’america e con il computer ha creato il volto di Obama. Chi vive a Roma da anni e non torna negli Usa perché stufo dell’amministrazione bush

Alla fine la vittoria è schiacciante, travolta la soglia dei 270 voti elettorali. insomma niente da fare per il repubblicano john mccain che ha riconosciuto la sconfitta. obama diventa quindi il primo presidente americano di colore, figlio di africani e giovanissimo: solo 47. il governatore dell’illinois festeggia a chicago, nella sua “roccaforte” politica, da dove promette una nuova era di governo.

La sera dell'8 novembre gli americani per Obama in Italia hanno già pronta, al centro di Roma, una grande festa per il nuovo presidente.

PRIMO DISCORSO DA PRESIDENTE DI OBAMA

[05-11-2008]

 
Lascia il tuo commento