Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Mostre Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Mostre Roma
 
 

Via Margutta e i suoi 100 pittori

79 edizione della storica mostra

di Sara Sbaffi

La mostra “Cento pittori a via Margutta” è un consueto appuntamento artistico per Roma, nato nel 1953 per la spontanea iniziativa di alcuni pittori che nell’immediato dopoguerra si ritrovarono e decisero di dar vita e colore a questa strada, che da sempre era rifugio di artisti, pittori, registi, poeti, musicisti, tra i residenti famosi della via ricordiamo Federico Fellini, Anna Magnani, Gianni Rodari, Giacomo Balla, Giorgio De Chirico, Renato Guttuso e molti altri.

La rassegna è patrocinata dalla Provincia di Roma, dalla Regione Lazio, ed è un appuntamento che riunisce gli appassionati  e collezionisti d’arte, ma anche gente comune e turisti che passano di lì e vengono rapiti dai vari acquerelli, disegni, dipinti a olio, sculture di artisti provenienti da tutte le parti del mondo. La mostra evento è organizzata dall’Associazione Cento Pittori a Via Margutta, formata da circa centoquaranta artisti, che si impegna a diffondere la cultura e a sensibilizzare l’opinione pubblica alle opere di artisti noti e meno noti che propongono le loro opere, fornendo anche la garanzia dell’autenticità delle opere esposte, in quanto ogni artista, accuratamente selezionato, è sottoposto a prova artistica. 

L’Associazione ha deciso di dedicare simbolicamente questa edizione all’integrazione razziale e alla ferma condanna del razzismo, visti i recenti episodi xenofobi registrati nella città, così sono stati invitati a prendere parte alla manifestazione anche artisti provenienti da diversi paesi europei ed extraeuropei ( tra loro la pittrice polacca Margherita Lipinska, il peruviano Freddy Toledo, il cubano Andres Borges Reyes, la pittrice del Mozambico Farida Abdul Rasaque).  Via Margutta esce dal letargo e si trasforma per questo consueto appuntamento in una grande galleria a cielo aperto, animata da quasi tremila opere, in cui l’ingresso è completamente libero e gratuito. I vari artisti esponendo le loro opere vogliono anche testimoniare con la loro presenza l’attaccamento a questa via, cercando di farla rimanere la strada dell’arte per eccellenza. L’Associazione Cento Pittori e via Margutta, con il suo presidente Alberto Vespaziani, vogliono rendere sempre più vivo e allegro il centro storico della capitale, e l’assidua partecipazione del pubblico dimostra come il risultato sia positivo. Come direbbe Luca Barbarossa, che con le sue note ha omaggiato questa strada, “vedessi com’è bello il cielo a via Margutta questa sera”.

[03-11-2008]

 
Lascia il tuo commento