Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Suicida il violinista Diatchenko

impiccato ad una trave nella sua casa

di Marco Chinicò

Il violinista russo Sergey Diatchenko si è tolto la vita impiccandosi nella sua casa di via Brancaleone a Roma; lascia la moglie e una figlia.

Il musicista coinvolto nella truffa dei violini falsi ai danni di alcuni suoi ex-allievi, era agli arresti domiciliari, non ha probabilmente retto all'umiliazione che questa vicenda giudiziaria ha inferto alla sua carriera e alla sua immagine.

Stando alla dinamica dei fatti sembra che il violinista dopo il pranzo abbia detto alla moglie di volersi andare a riposare per la troppa stanchezza e il tanto stress che aveva accumulato, Diatchenko è poi salito al piano superiore del suo appartamento ma la consorte passato un pò di tempo, non vedendolo più tornare, è andata nella camera da letto, aperta la porta ha trovato il corpo senza vita del marito.

Sul posto sono giunti i carabinieri e il magistrato incaricato di occuparsi del caso, ha disposto l'autopsia sul cadavere. Diatchenko, 64 anni, aveva dedicato la sua vita alla musica.

 
 

[01-11-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE