Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

Otello

Al Teatro Quirino l’immortale capolavoro shakespiriano

Sfida aperta per ogni grande protagonista della scena, dall’attore all’antica italiana allo sperimentatore di nuova generazione. “Otello” è il personaggio da affrontare almeno una volta in una carriera artistica completa. Tocca adesso a Sebastiano Lo Monaco provarsi con la misura e la crudeltà di una figura che vanta importanti ed autorevoli interpretazioni. Così, l’opera di Shakespeare, diretta per l’occasione al Quirino da Roberto Guicciardini, rinuncia alla pedante ricostruzione scenica per affidarsi invece ad una scenotecnica esclusivamente pittorica dove argentei velari che simulano la luna piovono su giganteschi fondali capaci di alludere, per colori ed atmosfere, alla Venezia fastosa e magnifica del testo. Il protagonista è un uomo senza tempo, consumato dal dubbio e perso negli smarrimenti di un’esistenza priva di certezze, piena degli interrogativi che la vita gli affolla nella mente. La storia, come la natura, appare crudele ed il mondo elisabettiano, come il mondo di oggi, si percepisce nella disgregazione di equilibri precari.

Tragedia dell’immaginazione deformante, nonché della retorica quale forza di un linguaggio pronto ad uccidere, questa versione si presenta, nelle intenzioni del regista, come poco classica, riavvolgendo al contrario la trama (mirabilmente scandita nella parole della traduzione di Masolino d’Amico) che inizia con l’avvenuta morte di Desdemona e la follia conclamata del Moro, amante tutto consumato nel dilemma di una passione umana che sconfina nel dramma altissimo. Accanto a Sebastiano Lo Monaco, troviamo Federica Di Martino nel ruolo di Desdemona, Maria Rosaria Carli, Giacinto Palmarini e Alkis Zanis. Le scene sono di Piero Guicciardini, mentre i costumi di Maurizio Millenotti.

Lo spettacolo resterà in scena al Teatro Quirino (per informazioni e prenotazioni biglietteria del teatro tel. 06/6794585 ) fino al 16 novembre.

E proseguono gli incontri che la nuova stagione del Quirino riserva all’approfondimento dei testi classici o contemporanei: attraverso i diversi linguaggi dell’arte, si attiva il confronto tra cinema e teatro sulla base di testi letterari che hanno saputo stimolare la fortuna di grandi storie.

Il secondo appuntamento con l’iniziativa realizzata dall’Ente Teatrale Italiano e dal Centro Sperimentale di Cinematografia si terrà presso la Sala Trevi giovedì 6 novembre alle ore 21. Sebastiano Lo Monaco e gli altri protagonisti dell’”Otello” incontreranno il pubblico per mettere a confronto la versione teatrale e quella cinematografica di due diverse letture della più cupa storia d’amore raccontata da William Shakespeare. Così, la sanguigna regia di Roberto Guicciardini ritrova il cinema di Orson Welles e del suo Moro, incisivo e dolente, dove il genio shakespeariano dirige se stesso.

[27-10-2008]

 
Lascia il tuo commento