Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sanita' Roma
 
» Prima Pagina » Sanita' Roma
 
 

Riordino sanitā laziale

in programma il taglio di 500 posti letto

Non un piano vincolante, ma aperto alla valutazione del governo, che siederà al tavolo di verifica il prossimo 15 novembre. E' il documento di riorganizzazione della rete ospedaliera presentato dalla giunta Marrazzo, soggetto, duqnue, ad ulteriori modifiche.

Lo schema delinea quella che dovrà essere la nuova ripartizione territoriale delle Asl. Il progetto di riordino prevede infatti che dalle attuali 8 si passerà a 3 macro aree: una dal centro fino ad ostia; una dal centro fino a Bracciano; una terza da Roma sud fino ai castelli romani.

Riequilibrio importante anche per i posti letto: i tagli riguarderanno le Asl ad alta densità, come la Roma E, la Roma A e la Roma D. Recupero invece per Viterbo, Fronisnone, Rieti, Latina e Roma B.

La riduzione riguarderà quindi l’Umberto I con 100 posti letto, il san Filippo Neri (168) e 40 al san Giovanni. la forbice interverrà per altri 500 unità anche per gli ospedali religiosi convenzionati, come il Fatebene fratelli, l’Idi, il san Carlo e il san Pietro, oltre ai 170 già previsti al Gemelli.

Per un totale di 1057 posti letto. Di questi, 570 verranno ridistribuiti nelle provincie e 170 creati ex novo nel policlinico di Tor Vergata.

Previsti interventi anche per sant’Eugenio e Cto. I due nosocomi saranno oggetto di importanti lavori di riqualificazione, che riguardranno in partocolare le strutture dedicate alla riabilitazione. Intanto, il presidente della regione marrazzo è tornato ieri al san Giacomo e sta valutando la possibilità di una proroga della sua chiusura.

[24-10-2008]

 
Lascia il tuo commento