Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Affitti in nero a Roma

oltre 7 milioni di evasione fiscale

Affittavano a nero appartamenti e camere a cittadini extracomunitari evadendo oltre 7 milioni di euro al fisco. 58 italiani sono stati individuati dal comando provinciale della guardia di finanza che, ha sequestrato 6 immobili schedando 200 persone senza regolare permesso di soggiorno, nel corso dell’operazione “black rent”, affitti in nero.

Nella maggior parte dei casi gli affitti consistevano in un semplice posto letto, una camera in immobili sparsi principalmente nella periferia capitolina.

Tre sono stati i risultati principali raggiunti dalla guardia di finanza nell’operazione volta a contrastare il fenomeno degli affitti in nero ai cittadini extracomunitari. Nel corso delle indagini, durate due anni, sono stati identificati 200 clandestini contro i quali sono già state attivate le procedure di espulsione. 258 sono stati i controlli in tutta l’area della città, mentre per i proprietari degli immobili è scattata la denuncia per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. L’operazione delle fiamme gialle è stata condotta in perfetta sinergia insieme a carabinieri e polizia.

I prezzi degli affitti variano dai 500 agli 800 euro mensili, solo per una singola o un posto letto, con l’aggiunta di ulteriori 100 euro per rimborsi spese, richiesti, senza chiare motivazioni da parte dei proprietari degli immobili.

In definitiva un appartamento affittato anche a 7 extracomunitari, costretti a vivere spesso in condizioni igienico sanitarie discutibili, fruttava mensilmente al proprietario una somma variabile dai 4200 ai 6300 euro. Ovviamente su queste somme neanche un euro veniva versato al fisco. Ma i 7 milioni sono stati comunque recuperati dalle fiamme gialle.

 
 

[24-10-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE