Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Manifestazione del Pd al Circo Massimo

sabato centro città ''blindato''

Ultimi preparativi per la manifestazione del PD che sabato pomeriggio porterà migliaia di persone da tutta Italia al Circo Massimo. “Sarà una manifestazione di proposta e non di protesta” ha detto nei giorni scorsi Enrico Letta, che ha sottolineato il ruolo propositivo dei Democratici in questa fase di responsabilità nazionale.

Due i cortei della manifestazione Pd "Salva l'Italia". Partono alle 14 diretti entrambi al Circo Massimo; il primo si muoverà da piazza della Repubblica e passerà per via Einaudi, piazza dei Cinquecento, via Cavour, largo Corrado Ricci, via dei Fori Imperiali, via Celio Vibenna, via di San Gregorio e piazza di Porta Capena; il secondo partirà da piazziale dei Partigiani all'Ostiense e arriverà al Circo Massimo dove alle 15 si esibiranno Max Pezzali, l'Orchestra di Piazza Vittorio e Fabrizio Moro e alle 16.30, parla il leader del Pd Walter Veltroni.

Una piazza per e non contro, quindi, una mobilitazione del popolo democratico per aprire nuove strade riformiste su scuola, università, ricerca, ma anche, è il caso di dirlo, su precarietà del lavoro, integrazione, legalità, rilancio dell’economia. Mentre nell’antica arena romana fervono i lavori di allestimento del grande palco, risuona a distanza il botta e risposta tra il governo e il maggior partito dell’opposizione. “Non credo che sia quello in luogo adatto – ha detto il premier, Silvio Berlusconi –. Le proposte si fanno in Parlamento e per ora, dalla sinistra non è arrivato nulla”. La risposta di Veltroni non è tardata: “Siamo il primo partito che va al Circo Massimo – ha sottolineato il segretario del Pd –. Sarà una grande manifestazione e mai un partito politico ha fatto uno sforzo del genere. Non capisco perché tanta attenzione per il numero di persone che ci saranno”. Botta e risposta anche sul fronte sindacale. Dopo l’annuncio di partecipazione "a titolo personale" di Epifani, segretario generale della Cgil, anche Raffaele Bonanni, numero uno della Cisl, ha detto che ci sarà ma “non a titolo collettivo”.

Aldilà delle presenze qualificate, “Salva l’Italia” promette, invece, grandi numeri quanto a partecipazione spontanea dei cittadini. Pullman e treni speciali sono attesi da tutta Italia. Solo dalla provincia di Bari partiranno 22 autobus, per più di 2000 mila persone.

 

[24-10-2008]

 
Lascia il tuo commento