Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Irruzione sul red carpet

centri sociali al Festival del film di Roma

Ieri sera mentre era ancora in corso la passerella per l'incontro di Al Pacino con il pubblico, è antata in scena ai margini del red carpet la protesta di una cinquantina di rappresentanti de Centro sociale Horus, sgombrato in piazza Sempione due giorni fa. "Siamo venuti a rovinare la festa ad Alemanno", dice uno di loro, motivando la protesta e la personale rabbia di questi giovani.

Tra l'altro una ragazza é riuscita anche a superare il cordone di protezione. Un ragazzo e una ragazza mentre i compagni esponevano fogli con scritto 'non paghiamo noi' e 'chi uccide la cultura uccide la liberta'', hanno scavalcato le transenne e sono arrivati davanti ai fotografi prontamente bloccati dalle forze dell'ordine.

Mentre Al Pacino è all'inizio della passerella che firma autografi un gruppetto di poliziotti si è sistemato alla fine del tappeto rosso davanti ai ragazzi per evitare nuove incursioni.

"Siamo qui per difendere il lavoro dei Centri sociali che rappresentano una di quelle forme critiche della società attaccate sia dal governo che dal comune di Roma" ha detto una ragazza di 20 anni che sta partecipando alla protesta. "La nostra è una protesta pacifica - ha aggiunto un compagno che non vuole dire il suo nome - ci descrivono come violenti e vogliono farci chiudere. Oggi rappresentanti dei Centri sociali di Roma sono qui per ribadire che il nostro intento è promuovere la cultura in forma popolare e accessibile".

[23-10-2008]

 
Lascia il tuo commento