Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Lezioni di Fisica all'aperto

la protesta delle università arriva a Montecitorio

La protesta dei ragazzi e dei professori della Sapienza arriva fino a Piazza Montecitorio, lezioni di fisica nella piazza dunque per protestare contro i tagli previsti dalla legge finanziaria.

Due lavagne che presto di sono riempite di formule di meccanica relativistica e il professore, Omar Benhar, in piedi circondato dagli studenti, seduti in terra e silenziosissimi per non perdere una parola della lezione.

E' la prima delle tre lezioni di oggi e che si sono concluse alle due. Altre lezioni in piazza sono previste fino a venerdì sempre a Roma, a piazza del Campidoglio e poi a piazza Navona.

Ai lati di una lavagna pende il cartello "Adotta uno studente italiano", scritto in inglese e francese. Lo stesso cartello che Daniele, studente di fisica di 22 anni, ha appeso al collo: "Chiedere aiuto all'estero è l'unica nostra possibilità di concludere qualcosa".

Il silenzio che accompagna la lezione di fisica in piazza è carico di preoccupazione per il futuro: qua e là spiccano, fra gli studenti, cartelli sui quali sono disegnati cervelli che se ne vanno, alcuni con la valigia, altri appesi a un aereo.

I tagli previsti per l'università e la ricerca potrebbero provocare nei prossimi anni una mancanza di mezzi e infrastrutture. Questa l'accusa lanciata dai professori e dagli studenti del Dipartimento di fisica della Sapienza.

Per domani pomeriggio all'Università La Sapienza è previsto un sit-in in Piazzale della Minerva per chiedere il blocco dell'anno accademico.
 
 

[20-10-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE