Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Naufragio

L'Inter tavolge la Roma all'Olimpico.

Non troviamo un vocabolo che sia originale. Disastro, disfatta, naufragio, chiamatelo come volete. Fatto è che la Roma viene travolta dall’Inter (anche abbastanza comodamente) e puntuali scattano le domane. Sul futuro, sulla squadra, su Spalletti, sulla società.

 

Ritorna Totti dal primo minuto, con Vucinic spostato a sinistra. In difesa coppia inedita Juan-Loria. La presenza del capitano si nota, nei primi minuti, con una manovra giallorossa più fluida del solito. Il tutto si concretizza in un esterno sinistro piuttosto difficile di Riise. Al 5’, però, doccia fredda: lancio lungo per Ibrahimovic che scatta tenuto in gioco da Cicinho, si fa mezzo campo e supera con un pallonetto Doni, rimasto in terra di nessuno. La Roma accusa il colpo eccome. Al 14’ scambio Obinna-Maicon, che porta quest’ultimo davanti al portiere: il brasiliano spreca clamorosamente spedendo alto. L’Inter guadagna campo e schiaccia la Roma, che non riesce a ripartire. Per fortuna dei giallorossi, molte delle occasioni capitano sui piedi di Quaresma, per lunghi tratti inguardabile. Dall’altro parte, uno sprazzo porta De Rossi al tiro dal limite dell’area di prima, con palla di poco a lato. Al 34’ gol annullato giustamente a Perrotta, dopo uno splendido lancio di Totti: il trequartista era in fuorigioco. Al 38’ colpo di testa di Muntari dall’area piccola, arginato in qualche modo da Loria. Al 43’, doppia occasione per la Roma. Sventagliata di Cicinho, cross di Totti da sinistra e colpo di testa di Vucinic deviato in angolo dalla difesa. Sul corner seguente, Loria svetta ma non inquadra la porta.

 

Il finale del primo tempo fa ben sperare, e invece… Bastano due minuti a Ibrahimovic per chiudere la gara. Lo svedese è pescato da un lancio in verticale di Muntari e favorito da un clamoroso svarione di Loria. A completare la frittata, chiusura indecisa sia di Juan che di Doni. L’Olimpico è sotto shock per apprezzare la clamorosa occasione buttata da Cicinho un minuto dopo. Il brasiliano, anche lui per una chiusura sbagliata, si trova a battere a rete da pochi passi: respinta di Julio Cesar e rimpallo ancora su Cicinho, che a porta vuota di testa spedisce alto. Al 6’, Aquilani corona un lungo momento di pressione della Roma con un tiro da fuori alzato in angolo da Julio Cesar. Al 9’, gran gol di Stankovic, con un tiro di controbalzo dal limite, con palla che prende il palo interno ed entra (sospetto fuorigioco di Ibrahimovic). Il naufragio è completato da un altro gran tiro dal limite di Obinna all’11’, che vale il quarto gol e vede ancora Ibrahimovic in posizione dubbia. La partita, già chiusa dopo il secondo gol, non ha più nulla da dire, se non sullo straordinario pubblico giallorosso che incita la squadra fino all’ultimo minuto e sull’uscita di Totti, che ha giocato 75 minuti a buon livello (unica nota positiva della squadra).

Non resta che sperare in Totti, che finché c’è stata partita ha fatto fare un piccolo salto di qualità ai movimenti della squadra. Ma gli interrogativi, lo ripetiamo, sono tanti e inquietanti. Mercoledì c’è il Chelsea: non vogliamo mettere le mani avanti, ma per la classifica di Champions non sarebbe un dramma perdere in Inghilterra. Piuttosto, però, le ripercussioni psicologiche sarebbero tremende.

 

Simone Luciani

 

 ROMA: Doni, Cicinho, Loria 4, Juan, Riise, De Rossi, Aquilani, Taddei (29' st Okaka), Perrotta (32' Brighi), Vucinic, Totti (23' st Menez).(Artur, Tonetto, Pizarro, Montella). All.: Spalletti.INTER: Julio Cesar, Maicon, Cordoba, Chivu, Zanetti, Stankovic (33' st Dacourt), Cambiasso, Muntari, Quaresma (23' st Mancini), Ibrahimovic (37' st Cruz), Obinna (Toldo, Samuel, Cruz,  Adriano, Balotelli). All.: Mourinho.

Arbitro: Rizzoli di Bologna

Reti: nel pt 5' Ibrahimovic; nel st 2' Ibrahimovic, 9' Stankovic, 11' Obinna

Note: Angoli: 9-8 per l'Inter Recupero: 1' e 3' Ammoniti: Vucinic e Chivu per gioco scorretto Spettatori: 49.000

[19-10-2008]

 
Lascia il tuo commento