Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Vendesi ambasciata Usa e sede Fao

arrestato truffatore internazionale

Voleva vendere immobili di prestigio ricavando in un sol colpo milioni e milioni di euro: aveva messo in vendita niente meno che la sede dell'Ambasciata americana e la Fao. Non è un film di Totò, ma chi ha messo in piedi la clamorosa truffa deve essere un ammiratore del principe dei comici, che in "Totò Truffa '62" cercava di vendere la Fontana di Trevi.

Ad aver tentato il colpaccio è un truffatore internazionale tedesco, che oltre ai due palazzi in via Veneto e a Porta Capena, a Roma, aveva provato a vendere anche due centri commerciali ad un imprenditore del suo paese. Si chiama Wolfgang Kroll ed ha 57 anni: gli agenti della squadra mobile romana lo hanno arrestato in esecuzione di un mandato di arresto europeo, richiesto dalla Germania per truffa aggravata e uso di documenti falsi.

L'uomo, già conosciuto a Roma come truffatore internazionale, lo scorso settembre era stato denunciato in stato di libertà, sempre dalla squadra mobile, per una truffa milionaria ai danni di un imprenditore tedesco residente nel Principato di Monaco.

Ad un intermediario nel campo delle compravendite immobiliari di una società con sede a Monaco, Kroll aveva prima proposto il mandato in esclusiva per la vendita immobiliare dei centri commerciali "Porte di Roma" e di quello "Auchan" di Cesano Boscone (Milano), ottenendo in cambio euro 650.000. Il passo successivo era stata l'esclusiva per la vendita di altri due immobili di vero prestigio: l'Ambasciata Americana e la Fao, con cui sperava di ottenere ancora di più.

Da Totò Truffa '62

[18-10-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia