Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Facebook Party a Roma

incontro della comunità romana del social neetwork

A dare il via al primo vero Facebook Party italiano, che si terrà questa sera a partire dalle 22 a Roma, è Giovanni Simone. Ventisette anni, romano, responsabile dei servizi informatici per un'importante impresa italiana. È sua l'intuizione di far uscire dal web la nutrita comunità di uno dei social network più importanti del mondo. Vuole organizzare una serata, a metà tra il raduno e la festa, che permetta a tutto quello che ruota intorno a Facebook di concretizzarsi nell'arco di una notte.

Tutto quello che accadrà stasera, presso lo Spazio Zero Village di Viale Tor di Quinto, è stato creato dagli utenti di Facebook tramite Facebook . Un passaparola lungo tre mesi che ha permesso di reclutare circa quarantamila iscritti, un tam tam virtuale che, secondo le stime degli organizzatori, porterà a Roma quattromila persone.

A raccontare lo spirito della serata è proprio Giovanni Simone: "Abbiamo invitato gli iscritti a partecipare con tutti i loro amici a una serata che sarà un'occasione per ritrovare persone che non si vedevano da tempo e conoscerne di nuove. Si potrà condividere il divertimento serale con chi interagisce quotidianamente su Facebook". Durante la serata, che inizia alle 22 proprio per permettere a tutti gli iscritti - dai teenager ai pensionati - di partecipare all'evento, ci sarà spazio per musica dal vivo, discoteca, mostre e giochi. Lo Spazio Zero Village, un'area di 3000 metri quadrati tra sale interne e giardino, si dividerà in pista da ballo e zona salotto.

Il programma delle attività è ricco: dal concerto del gruppo musicale This Armony, rock band scovata dagli organizzatori proprio su Facebook, alla mostra della pittrice Monica Palermo. Spazio poi alla musica da ballare, con dj e vocalist delle notti romane, alle lotterie via blutooth, alla presentazione di un film, alla tv in diretta web. L'ingresso è di 10 euro. "I costi di organizzazione e di affitto della struttura - spiega Simone - sono alti. Una volta ricoperte queste uscite devolveremo il restante incasso a Medici per l'Africa. Con la speranza di riuscire a comprare nuovi macchinari per questa importante ong".

Servizio di Emanuele Carioti

[11-10-2008]

 
Lascia il tuo commento