Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Protesta degli studenti romani

coro unanime contro la riforma Gelmini

E' partito da Piramide alle 10 e si è concluso dopo un'ora davanti al ministero dell'Istruzione il corteo degli studenti "contro la riforma Gelmini". Da un camion bianco si susseguono i ragazzi al magafono mentre gli altri, seduti per terra, danno il loro sostegno con scroscianti applausi. "Siamo in 30mila" ha urlato al megafono uno degli organizzatori. "Non siamo delle pecore come vuole la Gelmini", ha detto un altro.

"Siamo venuti qui da te perchè tu non ci chiami mai. Non ci chiedi mai che cosa pensiamo". Questa la frase gridata dagli altoparlanti del camioncino del corteo giunto poco fa in viale Trasvere davanti alla sede del Ministero della Pubblica Istruzione. Secondo l'Unione degli Studenti, che ha organizzato la protesta, sono circa quarantamila gli studenti che hanno preso parte alla manifestazione.

Urlano slogan contro il ministro Mariastella Gelmini e la sua riforma: "Con questa riforma a scuola non si torna" e "buffoni". In particolare, gli studenti contestano i tagli per la scuola previsti dalla Finanziaria, la reintroduzione del voto in condotta, il finanziamento alle scuole private. Quella di oggi si preannuncia soltanto come la prima di una serie di manifestazioni sia nazionali che locali.

Insomma da tutte le scuole romane si sono dati appuntamentoin Piazza di Porta San Paolo dove è partito il corteo culminato al ministero della Pubblica istruzione. Ad aprire la marcia lo striscione dell'unione degli studenti con su scritto "Non è che l'inizio".

 
 

[10-10-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE