Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Indagini aggressione al cinese

interrogato Michele, il principale indagato

Iniziano tra dubbi e difficoltà le indagini sull’aggressione di Tor Bella Monaca , dove un cinese fu picchiato giovedì scorso da una banda di minorenni del quartiere.

E' durata un’ora la deposizione davanti alla procura dei minori di Michele, il principale indagato, difeso dall’avvocato Gianluca Arrighi. Avrebbe ammesso il fatto, fornendo al pm Carlo Paolella una versione dei fatti differente da quella ricostruta dalla polizia municipale nelle ore successive all’accaduto. 

Camminando Michele avrebbe urtato con il ginocchio di piegato mentre si allacciava la scarpa, e avrebbe proseguito con i suoi tre amici. 

Il 36enne cinese avrebbe risposto con il più classico degli insulti romaneschi "mort...tuoi", insulto ripetuto una seconda volta.  il giovane a quel punto avrebbe perso la testa, sferrando il pugno che ha poi mandato a terra l’asiatico. Da lì la fuga, e l’incontro al centro commerciale con gli altri amici.

Tutti e sei i fermati hanno dato una versione coincidente: 4 di loro sarebbero stati presenti al momento del pestaggio, erano lì altri due mai identificati, i cui nomi sono stati forniti dall’avvocato Arrighi. L’imputazione per tutti è di lesioni personali con l’aggravante dell’odio razziale, ma sull’insulto rivolto a Tong Michele dice di non ricordare. L’avvocato della difesa, uscendo, ha parlato di un grande equivoco e della necessità di ulteriori accertamenti, tra cui le testimonianze da parte dei professori di scuola di Michele. due dei suoi migliori amici sarebbero ragazzi di colore.

 
 

[08-10-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE