Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Mostre Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Mostre Roma
 
 

Silvio Piola, il senso del gol

mostra dedicata al bomber piemontese

Piola con Pozzo

In un momento storico in cui lo sport del calcio viene troppo stesso legato a episodi violenti e a tristi fatti di cronaca, la Regione Piemonte ha scelto di contribuire alla realizzazione di una mostra dedicata alla figura di Silvio Piola, fuoriclasse piemontese scomparso nel 1996, che con le sue imprese leggendarie ha contribuito a scrivere la storia del Calcio, ma che soprattutto, oggi più che mai rimane un grande esempio di umiltà, riservatezza e sport portato ai massimi livelli.

Una vita lontana dai riflettori e dai sensazionalismi raccontata nella mostra “Silvio Piola, il senso del gol” che, dopo il successo delle tappe di Vercelli e Novara, giunge nella capitale ospitata fino al 24 ottobre, nella sede romana della Regione Piemonte.       Organizzata da Edizioni Mercurio (che hanno edito anche il libro dedicato al campione) l’evento vede oltre al sostegno della Regione Piemonte, anche il Patrocinio e la collaborazione del Comune di Roma, nonché la partecipazione della Provincia di Vercelli e della SS Lazio, con la supervisione dell’Archivio Silvio Piola.              

La mostra ripercorre la vita di questo fuoriclasse italiano in un percorso in bianco e nero, pieno di facce, maglie, scarpette, retine per i capelli, palloni con la stringa di cuoio. Silvio Piola è ritratto durante le fasi di gioco, oppure nei momenti di relax e, sempre più spesso, man mano che la carriera si allunga, in compagnia di grandissimi campioni dello sport e personaggi di primissimo piano dell’epoca (da Fausto Coppi al Duca di Kent, da Evita Peron a Aldo Fabrizi). E poi tribune gremite anche sotto la neve, sotto i temporali: quando la gente correva allo stadio per vedere i propri beniamini.

Oltre all’archivio della famiglia Piola, fino ad ora mai aperto ai visitatori, che ha amorevolmente custodito un tesoro fatto di immagini rarissime (dal 1920 circa sino agli ultimo giorni del grande campione, scomparso nel 1996), la mostra propone immagini tratte dalle pubblicazioni dell’epoca, gli anni ‘30 e ‘40, quando Silvio Piola fu personaggio di immensa popolarità mediatica. Al materiale fotografico va ad aggiungersi il prestigioso contributo alla mostra da parte del Museo del Calcio di Coverciano, il quale custodisce con orgoglio le maglie donate dalla famiglia e altri reperti di estremo interesse storico come scarpe, medaglie, palloni. Inoltre, è possibile gustare un percorso filmato composto da cronache dell’epoca, omaggi attuali e filmati amatoriali, al quale si aggiungono le interessanti interviste in video alla figlia e alla moglie del campione, a Fino Fini, fondatore del Museo del Calcio di Coverciano, a Lorenzo Proverbio, autore della biografia “Silvio Piola, il senso del gol”, e ad altri testimoni preziosi. Infine filmati rarissimi, realizzati dalla Rai negli anni ‘60, in cui Piola tiene lezioni di calcio.

La sede della Regione Piemonte è in via delle 4 Fontane 116. Gli orari della mostra: sabato e festivi ore 12 – 18, feriali ore 10 – 18.  

 

[03-10-2008]

 
Lascia il tuo commento