Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Da sapere
 
» Prima Pagina
 
 

Festival Internazionale di musica e arte sacra

dal 12 ottobre nelle basiliche di Roma

Di Giuseppe Duca

La VII edizione del Festival Internazionale di Musica e Arte Sacra, in programma a Roma nelle Chiese e Basiliche patriarcali dal 12 ottobre al 30 novembre, si presenta ricca di ben tredici appuntamenti con proposte che nei due mesi di Festival spaziano nei secoli e toccano i diversi generi, dall’antico al romantico, dal classico al contemporaneo.     Inaugurazione e chiusura del Festival nel nome di Bach: il 12 ottobre con l’Arte della Fuga e il 30 novembre con l’Offerta Musicale, entrambe nella nuova edizione critica e strumentazione di Hans-Eberhard Dentler, eseguite rispettivamente dall’Ensemble Arte della Fuga e dai Solisti del Thema Regium, complessi strumentali formati principalmente dalle prime parti dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Anche in questa edizione, grandi orchestre e grandi direttori. I Wiener Philharmoniker diretti da Christoph Eschenbach il 13 ottobre con la “Sesta Sinfonia” di Bruckner alla presenza di Sua Santità Papa Benedetto XVI e l’Orchestre de la Suisse Romande diretta da Marek Janowski il 28 novembre impegnati nel “Deutsches Requiem” di Brahms.

Per la musica barocca, la “Harmoniemesse” di Haydn sarà incorniciata da rarità mozartiane eseguite nella Basilica di San Pietro dalla Youth Orchestra of the Americas and New England Conservatory Orchestra dirette da Helmuth Rilling il 26 novembre. La novità contemporanea consiste nella prima esecuzione europea di Requiem for my Mother dell’americano Stephen Edwards il 22 novembre. Dal 17 al 20 novembre, con quattro concerti, si svolgerà anche un vero e proprio “Festival d’organo” ideato da Johannes Skudlik con un gran finale che prevede ben nove organisti alla tastiera accompagnati da percussioni.

Il VII Festival Internazionale di Musica e Arte Sacra, organizzato dalla Fondazione Pro Musica e Arte Sacra e dedicato quest’anno all’Apostolo Paolo nel bimillenario della nascita, si presenta ricco di appuntamenti e all’insegna della grande musica nelle chiese e basiliche più belle del mondo. Dal 12 ottobre al 30 novembre, tredici concerti con le grandi orchestre internazionali, grandi direttori, importanti formazioni da camera e corali, l’attenzione alla ricerca musicologica e alla musica sacra di ieri e di oggi e un piccolo festival dedicato al “principe” degli strumenti impegnati nella liturgia, l’organo.

“Un Festival – precisa Hans-Albert Courtial, Presidente Generale della Fondazione Pro Musica e Arte Sacra – che si presenta quest’anno come una forbita e densa partitura, suddivisa in tre atti, nella quale trovano idealmente posto l’arte della musica e l’arte della vita. Presentando opere di Johann Sebastian Bach, Johannes Brahms, Anton Bruckner, Joseph Haydn e Wolfgang Amadeus Mozart, il Festival ci fa incontrare i più grandi compositori dell'area linguistica tedesca, musicisti che avevano come fine ultimo la glorificazione di Dio. ‘S.D.G.’: Soli Deo Gloria (Solo a Dio la gloria) è l'acronimo che Johann Sebastian Bach usava scrivere sulle sue partiture; mentre Anton Bruckner vi anteponeva la frase ‘dedicato al buon Dio’. Infine, la doppia presenza al Festival dei Wiener Philharmoniker ci riempie di gioia e gratitudine. Avremo l’onore di ascoltarli nell'esecuzione della ‘Sesta Sinfonia’ di Anton Bruckner, uno dei grandi capolavori della musica sinfonica, e nelle ‘Sette ultime parole di Cristo sulla croce’ di Haydn affidate al Quartetto d’archi della prestigiosa orchestra”.

[03-10-2008]

 
Lascia il tuo commento